Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Cessione del club. Piano B di Pallotta per restare a galla

Un piano d’emergenza, inaspettato, per limitare i danni, provando a mantenere alta la competitività del club, senza troppe ferite da curare.

James Pallotta, in tempi normali, sarebbe molto probabilmente già l’ex presidente della Roma, con il gruppo Friedkin alla fase embrionale di gestione della società giallorossa. E invece l’emergenza sanitaria ha bloccato tutto e le intenzioni di Pallotta sono cambiate velocemente, mutando esigenze e strategie da riscrivere per la sopravvivenza a un certo livello del club. Aumento di capitale, taglio degli stipendi, cessione di tutti gli esuberi: queste le prime mosse da attuare.

La Roma non si è mai esposta pubblicamente in riferimento alla possibilità di terminare il campionato o meno, anteponendo i discorsi di sicurezza e solidarietà alle questioni economiche, ma ufficiosamente è normale che preferirebbe riuscire a terminare la stagione. La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa