Resta in contatto

News

Emergenza Coronavirus, l’11 giugno riparte la Liga LIVE

Tutte le notizie di oggi sul contagio e le ricadute sullo sport, in particolare sul calcio

29 MAGGIO

17:22 – Dopo la Serie A, riparte anche la Liga spagnola,e lo farà prima rispetto al massimo torneo italiano. Si scenderà in campo a partire dall”11 giugno con il derby fra Siviglia e Betis. La conferma ufficiale è arrivata dal Consiglio Superiore dello Sport

24 MAGGIO

12:45 – Altri due positivi al Covid19 nel secondo giro di tamponi effettuati in Premier League. Si è saputo però che uno di loro è un giocatore del Bournemouth.

23 MAGGIO

15:45 – La Federcalcio francese ha deciso – comunicandolo dopo avere sentito il parere delle emittenti tv che detengono i diritti per la trasmissione delle partite – che la Ligue 1 partirà il 22 agosto. Ovviamente si tratta del campionato 2020/21, dal momento che quello di quest’anno è stato definitivamente interrotto per pandemia. La Ligue 2, invece, partirà il giorno dopo, ovvero il 23 agosto. A questo punto manca solo l’ok dell’Uefa, che deve ancora stabilire le date del via della prossima stagione agonistica.

14:30 –  La Liga è pronta a tornare in campo, nella seconda settimana di giugno, con qualche giorno d’anticipo rispetto a quanto previsto dai colleghi italiani. Di seguito, le dichiarazioni del Premier spagnolo Pedro Sanchez, sul campionato e sull’importanza sociale ed economica del calcio in Spagna: “A partire dalla settimana dell’8 giugno tornerà il campionato di calcio. La Spagna ha fatto tutto ciò che si doveva fare, ora si stanno aprendo nuovi orizzonti per tutti. È giunto il momento di recuperare molte delle attività quotidiane del nostro paese. Il calcio spagnolo ha un enorme seguito, ma non sarà l’unica attività ricreativa a tornare. Anche musei, teatri e altre attività economiche”.

20 MAGGIO

12:25 – Dopo il ritorno in campo della Bundesliga, anche la Premier League è ormai pronta a riprendere il campionato. Le condizioni in cui si riprenderanno le partite però non sono del tutto chiare e questo spaventa anche i giocatori. Danny Rose, terzino del Newcastle, ha espresso tutto il suo timore al Daily Mail: “Sto morendo dalla voglia di torna a giocare a calcio, ma considerato tutto quello che sta accadendo, non voglio lamentarmi più di tanto. Solamente del fatto che la gente ci spinge a farci tornare in campo come se fossimo ratti da laboratorio”.

19 MAGGIO

17:30 – Con una nota ufficiale, la Premier League ha comunicato che su 748 esami svolti, 6 tra calciatori e membri dello staff sono risultati positivi al coronavirus. “La Premier League conferma che nei giorni domenica 17 e lunedì 18, sono state esaminate 748 persone tra giocatori e staff. Di queste, sei sono risultate positive appartenenti a tre squadre. I contagiati si isoleranno per un periodo di 7 giorni. La Premier League sta fornendo queste informazioni ai fini dell’integrità della concorrenza e della supervisione; non saranno dati dettagli specifici in relazione alle squadre o ai singoli coinvolti per questioni legali e operative”.

12.00 – L’obbligo di quarantena, annunciato dal governo britannico, rischia di compromettere il cammino europeo dei club d’Oltremanica. Da giugno chiunque entrerà nel Regno Unito, ad eccezione di chi proviene dall’Irlanda, dovrà osservare un periodo di due settimane di quarantena. Una misura precauzionale per minimizzare il rischio contagi. Inizialmente si pensava che lo sport d’élite sarebbe stato esonerato dalla norma, ma ora che il governo sembra intenzionato a non concedere eccezioni, è scattato l’allarme. Perché in agosto, quando dovrebbero concludersi Champions League e Europa League, i club britannici rischiano – scrive oggi il Sun – di non potervi partecipare. Secondo le future restrizioni sanitarie, infatti, sia Manchester City e Chelsea (impegnate in Champions League) che Manchester United, Wolverhampton e Rangers (in Europa League) non potranno viaggiare all’estero, mettendo in serio dubbio il loro proseguo nel torneo continentale.

11.00 – Apertura della Uefa alle varie federazioni europee per quanto riguarda la data di conclusione dei campionati. Il numero uno del massimo organismo calcistico europeo, Alexander Ceferin, in un’intervista rilasciata al quotidiano francese sembra aver ammorbidito la sua posizione. Queste le sue parole: Le date del 20 luglio – per le federazioni classificate dal 16° al 55° posto nel ranking UEFA – e del 3 agosto – per quelle comprese  tra il 1° e il 15° posto – sono state menzionate nelle presentazioni fatte durante gli incontri con segretari e presidenti delle 55 associazioni affiliate alla UEFA il 21 aprile e nelle riunioni tra gruppi di lavoro. Tuttavia, durante queste riunioni, abbiamo sempre menzionato che queste date sono solo raccomandazioni, formulate provvisoriamente e non ufficiali”.

18 MAGGIO 

16:00 – Da martedì le squadre di Premier League potranno iniziare gli allenamenti in piccoli gruppi. I calciatori si possono allenare in 4 o 5 su un campo. Lo riporta la BBC.

13:30 – La federazione scozzese ha reso noto che nella giornata di oggi, con effetto immediato, il massimo campionato di Scozia per la stagione 2019/2020 viene sospeso. Come si può leggere in una nota pubblicata sul sito ufficiale della Lega, per questa decisione sarebbero state ascoltate tutte le squadre del campionato, che con voto unanime hanno deciso di terminare qui la stagione. La classifica è stata congelata a prima dello stop, con assegnazione del titolo al Celtic e con l’Hearts che viene automaticamente retrocesso.

17 MAGGIO

16:10Primo caso di Coronavirus nel campionato russo. Si tratta dell’attaccante della Lokomotiv Mosca Jefferson Farfan, ex Psv e Schalke 04. “Negli scorsi giorni, il giocatore ha avvertito mal di testa e debolezza – si legge nella nota del club – Sono poi comparse tosse e febbre”.

12:16 – AS, LIGA AL VIA A FINE GIUGNO E SI GIOCA OGNI GIORNO – Il quotidiano riporta di un accordo tra Liga e Federazione spagnola per giocare tutti i giorni della settimana, compreso il lunedì, con un riposo di almeno 72 ore per squadra tra una partita e l’altra. Questo permetterà, con il ritorno in campo a fine giugno, di concludere la stagione entro il 29 luglio, la data indicata dalla UEFA.

16 MAGGIO

21:06 – DUE POSITIVI AL PRIMO TAMPONE NEL PARMA – “Due calciatori sono risultati positivi al primo tampone e negativi al secondo. Gli atleti – entrambi in ottime condizioni fisiche ed asintomatici – sono stati comunque posti in immediato isolamento”, si legge in un comunicato del Parma.

20:30 – LOKOMOTIV MOSCA, POSITIVO FARFAN— Jefferson Farfan, 35enne attaccante peruviano della Lokomotiv Mosca, è risultato positivo al coronavirus. Per il giocatore nessun ricovero in ospedale.

15 MAGGIO

10:50 – In Germania, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 913 nuovi casi di contagio da Coronavirus, con il totale che sale a quota 173.152. Lo riporta l‘istituto per le malattie infettive Robert Koch Institute (Rki). L’epidemia ha causato altri 101 morti, ha detto l’istituto, portando il numero totale a 7.824.

10:30 – Damiano Tommasipresidente dell’AIC, è stato intervistato da Rainews: “Il Protocollo di sicurezza? Ci siamo ritrovati per analizzarlo e capire quali sono le novità. Ci sono delle criticità che hanno evidenziato i club, speriamo di trovare un modo per superarle in modo da poter ripartire. Sicuramente non avere una data certa per l’inizio della stagione genera incertezza, vorremmo avere più dati ed indicazioni. Il ritiro, vista la gestione dei casi di positività che rischia di bloccare un’intera squadra, è uno dei punti in sospeso. È un grande punto interrogativo, una positività potrebbe interrompere sul piu bello il percorso. Bisogna capire cosa fare in caso di una singola positività”.

Responsabilità penale per i medici?
“Siamo in contatto con i medici e con il dottor Nanni, indicato dalla Lega come riferente. Essere allineati sulla stessa posizione è importante, per noi devono esserci le condizioni uniformi per tutti. Questo è uno degli scogli da superare, ma questo non è un tema che riguarda solo il mondo del calcio”.

La serie a riparte il 13 giugno?
“Speriamo di avere una data certa. Da una data certa si può costruire un percorso fatto di controlli, test e modalità di allenamento. Questo aiuterebbe tantissimo, oggi la difficoltà è avere una data certa. Quella del 13 giugno è un’ipotesi, speriamo di poter avere una data certa al più presto”.

Gli stipendi dei calciatori?
“La ripresa riguarderebbe solo la serie A, le altre categorie non hanno le possibilità di attuare il protocollo. Il problema dei tanti atleti che vivono di calcio è un problema che dobbiamo affrontare al più presto. Il nuovo decreto dovrebbe prevedere anche la cassa integrazione per i professionisti sotto un determinato reddito e questo dovrebbe essere importante soprattutto per la Lega Pro”.

Risposte dal Governo?
“Se si vuole tenere viva la speranza di tornare a giocare dobbiamo navigare a vista, seguire la curva dei contagi e la situazione del paese. Purtroppo in alcune regioni del paese l’emergenza è ancora forte. Abbiamo imparato a convivere con questo virus, dobbiamo imparare a conviverci anche dal punto di vista sportivo.La nostra estate dovrà vederci uniti per arrivare pronti alla prossima stagione”.

Un messaggio a tifosi?
“Servirà tanta pazienza, io sono abituato a vedere il bicchiere mezzo pieno. Questa pausa forzata darà l’entusiasmo per tornare a vedere le partite dal vivo, ma servirà ancora tanta pazienza, È una cosa triste, in qualsiasi emergenza bisogna fare un passo alla volta per non mandare in fumo quello che è stato fatto in precedenza”.

10:10 – Da lunedì 18 maggio riaprono i negozi al dettaglio e i centri commerciali, alzano le saracinesche i bar, i ristoranti, i parrucchieri, i barbieri, gli estetisti e anche i mercati non alimentari. Sarà possibile tornare nei musei, nelle biblioteche, visitare le gallerie d’arte e i siti archeologici. Inoltre, la misura da rispettare salirà a 2 metri. Questo ciò che prevedono le linee guida che verranno aggiornate ogni 15 giorni seguendo la curva del contagio. Si tornerà a circolare senza autocertificazioni all’interno della propria Regione e saranno permessi gli incontri con gli amici, ma sempre con distanziamento sociale e obbligo di mascherine negli ambienti chiusi. A riportarlo è il Corriere della Sera.

09:45 – Aleksander Ceferin, presidente UEFA, ha parlato a beIN Sports della ripresa dei campionati a livello europeo, facendo il punto della situazione e ammonendo chi come la Ligue 1 ha deciso di non continuare.

“Abbiamo un piano concreto per finire la stagione europea. Penso che la maggioranza delle leghe finirà la stagione. Chi non lo farà, scelta loro, ma dovranno giocare le qualificazioni se vogliono partecipare alle competizioni Uefa. Dobbiamo aspettare che il comitato esecutivo della Uefa confermi le date, ma posso dire che la stagione europea sarà completata, se tutto rimane così com’è, ad agosto. Sono sicuro che potremo finire la stagione europea. I campionati nazionali sono una cosa separata e decideranno separatamente come vogliono procedere, ma come ho già detto penso che almeno l’80% finirà la stagione”.

E per quanto riguarda il calendario 2020/2021 e il Fair Play Finanziario: “Calendario 2020/21? Per ora sembra che non sarà molto influenzato, in particolare quello delle competizioni Uefa. La situazione è straordinaria, non fingiamo che non lo sia. Adatteremo il sistema Fair Play Finanziario, ma una decisione finale sotto questo aspetto non è stata ancora presa. Ma sì, lo adatteremo. Penso che sia importante farlo, perché la situazione dei club non è facile e siamo tutti sulla stessa barca”.

09:20 – Il Corriere dello Sport di questa mattina parla di due strade per arrivare a una soluzione per il protocollo per la ripartenza della Serie A: da una parte l’ammorbidimento dell’articolo 1 del dpcm del 21 febbraio scorso (sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico), ma sarà complicato modificarlo solo per il calcio: i giocatori non vivono in un mondo a parte rispetto al resto degli italiani. Quell’articolo però è stato scritto in piena pandemia e, se l’andamento della curva non peggiorerà adesso che è finito il lockdown, magari il governo potrebbe rivederlo, almeno ammorbidirlo.

L’alternativa è quella di trovare un meccanismo particolare che copra gli sportivi. Se non tutti i contatti stretti del positivo dovranno andare in quarantena e solo il contagiato sarà isolato, allora la Serie A avrà la garanzia richiesta per arrivare alla conclusione.

09:00 – Nella serata di ieri è scoppiato il caos intorno alla ripartenza della Serie A e La Gazzetta dello Sport di questa mattina parla di “prova di forza” dei club nei confronti del protocollo. Nella giornata di oggi ci sarà un nuovo vertice tra la Lega, la FIGC e i Ministeri per cercare di arrivare a una soluzione sullo stesso protocollo, con le società che hanno chiesto tre modifiche importanti: niente quarantena di gruppo in caso di positività, abolizione dei ritiri e no alla responsabilità penale dei medici.

14 MAGGIO

16:45 – Come riportato dal portale tuttomercatoweb.com, i test condotti dal Besiktas sull’intera squadra hanno riservato notizie negative: otto persone sono infatti risultate positive al coronavirus. A darne notizia è stato il medico sociale del club Tekin Kerem Ulku“Mercoledì 13 maggio, il test Covid-19 è stato condotto su tutti i nostri calciatori, membri dello staff e personale delle strutture presso il centro sportivo. Come risultato dei test, sono state rilevate otto positività al coronavirus. Il processo di isolamento e di trattamento dei tesserati i cui test sono risultati positivi è iniziato immediatamente in linea con le procedure previste”. Il club turco non ha fatto i nomi dei calciatori ma ad aver contratto il virus c’è anche il presidente Ahmet Nur Cebi. 

12 MAGGIO

19:23 – Il governo austriaco dà l’ok alla Bundesliga: si riprende a inizio giugno
Ad annunciarlo in conferenza stampa è stato, quest’oggi, il Ministro della Salute, Rudolf Anschober, insieme al Ministro dello Sport, Werner Kogler. Già domani sarà diramato così il nuovo calendario, mentre gli allenamenti di gruppo riprenderanno questo venerdì e la prima partita dovrebbe essere fissata a inizio giugno.

11.40 – La federcalcio di Minsk ha annunciato che, a causa di una sospetta positività di alcuni giocatori, una partita di prima divisione e una di seconda, previste per il prossimo fine settimana, sono state rinviate. Si tratta delle sfide tra Minsk e Neman Grodno del 15 maggio, annullata per possibili casi di Covid nella squadra della capitale, e quella di seconda categoria tra Arsenal Dzerzinsk e Lokomotiv Gomel del 16 maggio, sempre per sospetta positività nelle file del Lokomotiv.
In Bielorussia tra la popolazione ci sono stati quasi 25mila contagiati e circa 130 morti, ma il governo ha adottato misure minime di contenimento.

15:40 – Come riporta il sito gianlucadimarzio.com, si sono registrati 5 calciatori positivi fra LaLiga e LaLiga SmartBank (l’equivalente della Serie B italiana), tutti asintomatici e in via di guarigione. Tuttavia, come previsto dal protocollo, dovranno osservare un periodo di quarantena lontano dai compagni, proseguendo negli allenamenti individuali svolti nelle proprie abitazioni come accaduto fino a questo momento.

13:00 – Premier League, terzo positivo al Brighton
Il Brighton ha annunciato attraverso il suo amministratore delegato, Paul Barber, che c’è un terzo giocatore (di cui non viene reso noto il nome) all’interno della squadra che è risultato positivo al Covid-19

8 MAGGIO

19:17 – Atletico Madrid, Renan Lodi positivo
Il brasiliano Renan Lodi dell’Atletico Madrid è risultato positivo al coronavirus. Globo Esporte ha riferito che il giocatore fino ad ora ha accusato solo sintomi lievi ed è in attesa del secondo tampone

11:22 – Tifosi in Olanda solo se si trova vaccino al Coronavirus
Hugo de Jonge, vice primo ministro olandese, nonché ministro della sanità, del benessere e dello sport, ha affermato che i tifosi sarebbero di nuovo autorizzati a recarsi negli stadi del paese se, e solo se, fosse trovato un vaccino contro il Coronavirus

11:00 – Atalanta, Sportiello guarito dal coronavirus
L’Atalanta ha annunciato in mattinata la guarigione di Marco Sportiello dal coronavirus. “Sottoposto a due tamponi consecutivi nell’arco di 48 ore, è risultato negativo al Covid-19 – si legge nel comunicato della Dea -. Come da protocollo sanitario effettuerà tutti gli accertamenti e successivamente potrà riprendere l’attività fisica individuale”

22:15 – La Bundesliga riprende. Dopo le indiscrezioni circolate negli ultimi giorni, la data del 15 maggio è diventata quella definitiva per la ripartenza del campionato in Germania. La Lega, infatti, lo ha comunicato ufficialmente anche ai club dopo il via libera della cancelliera Angela Merkel.

18:45Nuovo caso positivo in Serie A. Dopo la notizia della guarigione di Dybala, un calciatore del Torino è risultato positivo al test per il Coronavirus. Lo rende noto la società granata tramite un tweet, senza però svelare l’identità del giocatore, attualmente in quarantena: “Nel corso dei primi esami medici effettuati ai calciatori del Torino FC, è emersa una positività al COVID-19. Il calciatore, attualmente asintomatico, è stato posto immediatamente in quarantena e verrà costantemente monitorato”.

18:30Paulo Dybala è guarito dal Coronavirus. L’argentino è risultato negativo al doppio tampone al quale si era sottoposto e perciò potrà tornare ad allenarsi con i compagni di squadra. Lo rende noto la Juventus tramite un comunicato stampa: “Paulo Dybala ha effettuato, come da protocollo, il doppio controllo con test diagnostici per il coronavirus-Covid 19. Gli esami hanno dato esito negativo. Il giocatore è pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento domiciliare”.

17:30 – Belgio, il Governo stoppa lo sport fino al 31 luglio
Nessuna competizione sportiva potrà aver luogo in Belgio fino al 31 luglio 2020. Lo stop generale comunicato dal Governo significa che il campionato di calcio, interrotto a metà marzo, sarà definitivamente sospeso a causa dell’emergenza coronavirus. “La Pro League prende atto della decisione del Consiglio di sicurezza nazionale – il post della Lega su Twitter -. Le procedure di chiusura per la stagione 2019-20 saranno discusse in assemblea generale il 15 maggio”.

15:25 – Bild: Bundesliga può ripartire nella seconda metà di maggio
La Bild on line, anticipando l’esito dell’incontro in corso a Berlino fra Stato e Regioni, ha rivelato che Angela Merkel e i presidenti delle Regioni avrebbero trovato un accordo: la Bundesliga può ripartire nella seconda metà di maggio.

Secondo quanto scrive La Repubblica, “La questione principale è come comportarsi in caso di nuove positività dopo la ripresa. In Germania l’istituto per la prevenzione e il controllo delle malattie infettive ha deciso che se un giocatore restasse contagiato, si isolerebbe lui soltanto, mentre la squadra proseguirebbe gli allenamenti sotto monitoraggio continuo.”

15:10 – PREMIER LEAGUE, RIPRESA DEGLI ALLENAMENTI – Possibile slittamento di una settimana per la ripresa degli allenamenti in Premier League. Il governo ha rimandato a domenica l’annuncio della fase 2 inglese e, dunque, difficilmente sarà rispettata la previsione dell’11 maggio come ritorno alla preparazione

2 MAGGIO

19:15 –  A seguito dell’Ordinanza della Regione-Emilia Romagna, il Sassuolo aprirà dal 4 maggio i cancelli del centro sportivo ai tesserati che vorranno tornare ad allenarsi individualmente: consentito l’accesso a sei calciatori ogni ora su tre diversi campi. Interdetti accessi a spogliatoi, palestre e uffici. Riparte anche il Bologna: ok agli allenamenti facoltativi a partire dal 5 maggio

11:40 – In una riunione della Premier League, i club hanno discusso i possibili passi verso la pianificazione per riprendere la stagione 2019/20, quando è sicuro e appropriato farlo. La priorità della Premier League è la salute e la sicurezza di giocatori, allenatori, dirigenti, personale del club, tifosi e la comunità in generale. La Lega e i club stanno prendendo in considerazione i primi tentativi di avanzamento e torneranno ad allenarsi e a giocare solo dopo indicazioni del Governo, sotto la consulenza medica di esperti e previa consultazione di giocatori e dirigenti. I club hanno riconfermato il loro impegno a terminare la stagione 2019/20, mantenendo l’integrità della competizione e hanno accolto con favore il sostegno del Governo.

09:20 – Secondo quanto riporta l’Ansa, nonostante l’ordinanza regionale emanta dal governatore dell’Emilia-Romagna Bonaccini, Parma e Spal non riprenderanno gli allenamenti il 4 maggio. I ducali hanno fatto sapere che convocheranno i calciatori solamente quando ci sarà un protocollo sanitario condiviso da tutti, gli estensi hanno rilasciato un comunicato ufficiale: “Spal srl comunica che relativamente all’ordinanza emessa dalla presidenza regionale dell’Emilia-Romagna di giovedì 30 aprile l’attività della prima squadra biancazzurra rimarrà sospesa in attesa del protocollo sanitario e delle norme sulla definizione di ripresa delle competizioni sportive“.

Secondo quando riporta Gazzetta.it, invece il Bologna è pronto a consentire la ripresa

1 maggio 

13:28 – Come riporta Sky Sport, il Napoli avrebbe avuto l’ok dal governatore De Luca per rientrare a Castel Volturno.

12:25 – I quattro club emiliani di Serie A, ovvero SpalSassuoloBologna Parma il 4 maggio potranno tornare ad allenarsi, nonostante sia appena iniziata la fase 2 Coronavirus. A dare l’ufficialità l’ordinanza firmata da Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna. Di seguito il punto specifico dedicato allo sport:  “È consentito l’allenamento in forma individuale di atleti professionisti e non professionisti riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e dalle rispettive federazioni, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento in strutture a porte chiuse, anche per gli atleti di discipline sportive non individuali”.

12:20 – L’’epidemiologo americano Zach Binney, della Emory University di Atlanta, ha parlato della riapertura degli stadi al Times: “Bastano solo pochi contagiati in una folla di 60 mila persone perché ci sia il rischio che accada qualcosa di molto grave”

12:00 – Ai microfoni di Radio Bianconera, nel corso di ‘Stile Juventus’, è intervenuto l’ex presidente della FIGC Carlo Tavecchio: “In questo momento bisogna chiarire la questione dei campionati. La UEFA ha chiesto di terminarli, avete visto cosa hanno fatto Francia e Olanda, la Germania vuole riprendere. In Italia come al solito non si capisce, si vogliono riprendere gli allenamenti ma non c’è certezza sul campionato. Sicuramente la situazione è grave. Gravina? Deve difendere assolutamente la regolarità del campionato, le strutture legate soprattutto a scenari che se non venissero portati a termine complicherebbero la situazione drammatica della Nazione e del calcio. Ci saranno problemi grossissimi per la Serie C e il calcio dilettantistico. In questo momento nei campionati minori ci sono circa 11mila associazioni calcistiche dilettantistiche che dipendono dal privato, da aziende e soggetti che investono con sponsorizzazioni e tante iniziative sul territorio, i Comuni sono quasi assenti. Sono anni che nessuno si occupa di queste realtà. Bisogna dire che il campionato o si ferma o parte, inutile stare a cincischiare. Il protocollo rasenta l’impossibilità esecutiva, come fanno società anche di Serie A a rispettarlo integralmente?”.

Sul piano B: “La situazione del campionato è legata a tanti problemi, io credo che la federazione difficilmente firmerà la sospensione dei campionati se non lo chiede il governo. Difficilmente ci sarà la sospensione delle coppe. Dal punto di vista della situazione economica siamo fuori da ogni logica. Sportivamente credo che non si possano inventare graduatorie, è una scelta molto difficile. Servirebbe chiarezza da parte del governo, bisogna farlo subito”.

11:35 – Secondo quanto riportato dal Daily Mail i club di Premier League sperano di accelerare i risultati dei test del coronavirus tra una partita e l’altra. Questo al fine di avere sotto controllo la situazione e poter disputare più partite possibile concentrate in poco tempo. L’obiettivo è quello di avere i risultati pronti entro la mattina del secondo giorno dopo la partita giocata. Di norma per questi test è necessario aspettare minimo 4 giorni, troppi considerata l’intenzione di finire nel minor tempo possibile la stagione, quindi con due partite a settimana.

11:10 – Il premier Giuseppe Conte, attraverso un post sul proprio profilo Facebook, ha parlato del mondo del lavoro, che sta attraversando un periodo molto complicato: “Il mondo del lavoro è messo a dura prova. Tanti vivono con ansia e preoccupazione questa emergenza, fra attività chiuse e prospettive di lavoro a rischio. Molti, durante la fase più acuta di questa emergenza, hanno lavorato negli ospedali, in strada o in ufficio per assicurarci assistenza, soccorso, sicurezza e beni essenziali. Oltre 4 milioni tornano a lavoro lunedì grazie ai primi risultati delle misure di contenimento: impiegati, addetti e operai che potranno confidare nell’applicazione di rigidi protocolli di sicurezza, su cui saremo intransigenti. Ho letto alcune vostre lettere, ho provato a vestire i vostri panni e ne ho avvertito tutto il peso. Ho apprezzato la lettera di Elisabetta che ha un’attività da estetista a Pomezia. Come tante altre sue colleghe mi ha scritto per tornare a lavorare in sicurezza, determinata a evitare qualsiasi forma di lavoro in nero. Ho letto con interesse le soluzioni proposte da Luciana, che da Torino mi ha raccontato la sua passione per la ristorazione, un mestiere che ha imparato dopo una lunga gavetta in periferia, con una lunga lista di consigli per ripartire il prima possibile, con vari accorgimenti per proteggere la salute. Ho percepito tutta la passione di Tonino per il suo salone di barbiere, aperto a Potenza nel 1978, l’attaccamento agli attrezzi del mestiere: le forbici, il rasoio. Sono sicuro che, con il rispetto delle regole adottate, in alcuni territori si potrà rallentare notevolmente la curva del contagio. E attività come la sua potrebbero rialzare prima del previsto la saracinesca: se abbassiamo il rischio di contrarre il virus e rispettiamo i protocolli di sicurezza, tanti clienti torneranno a tagliarsi i capelli senza essere bloccati dalla paura. Lo Stato, così come tutti i lavoratori, non ha mai trovato di fronte a sé una minaccia sanitaria ed economica come questa. Negli ultimi 50 giorni abbiamo dovuto mettere in campo uno sforzo economico pari a quello di intere manovre di bilancio realizzate nell’arco di 2 o 3 anni. Tanti hanno ricevuto un sostegno, altri lo riceveranno nei prossimi giorni. Abbiamo lavorato al massimo per far ripartire a pieno regime il motore dello Stato, perché questo poderoso sostegno pubblico si concretizzasse in pochi giorni: ci sono stati e ancora continuano alcuni ritardi nelle somme da erogare, come pure complicata si sta rivelando la partita dei finanziamenti. Chiedo scusa a nome del Governo, e vi assicuro che continueremo a pressare perché i pagamenti e i finanziamenti si completino al più presto. È ai dettagli un nuovo provvedimento con aiuti e misure per la ripartenza economica che saranno più pesanti, più rapidi, più diretti. Non farò finta di non sentire i vostri consigli, le vostre sollecitazioni, la vostra rabbia, la vostra angoscia. Non cadono nel vuoto, non sono parole al vento. Sono piuttosto il vento che spinge più forte l’azione del Governo. Credo sia l’unico modo per onorare questo giorno, questo 1 maggio”.

10:45 – “Giocatori impauriti di tornare”. Questo il titolo scelto dal quotidiano inglese Mirror, che apre con le preoccupazioni delle star di Premier League. Aguero ammette che la maggior parte dei calciatori ha paura di tornare: “Tutti hanno famiglie, bambini, neonati, genitori”.

10:30 – La ripartenza della Serie A si fa sempre più dura ma prima di calare il sipario sulla stagione 2019/2020 ci sarebbe un’altra alternativa, quella di tornare in campo a settembre, sempre che la UEFA sposti la deadline per la chiusura dei campionati oltre il 2 agosto. Le decisioni potranno essere prese in occasione del Consiglio federale di venerdì prossimo e fino a quel momento le strade da percorrere restano tutte valide. Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

10:20 – “La paura di Lotito: sei mesi di stop fanno crollare il valore della Lazio”: così il Corriere di Roma a pagina 12, quest’oggi. Tra le ragioni che spingono Lotito a muoversi per la ripresa del campionato, oltre alla possibilità di conquistare lo scudetto e di incassare i soldi dei diritti televisivi, ce n’è una che non va affatto trascurata: le conseguenze dell’inattività per i giocatori della Lazio. Ultima gara il 29 febbraio e non c’è neppure la speranza di giocare le Coppe in estate.

10:05 – La Gazzetta dello Sport oggi in edicola riporta che, tra domenica e lunedì, avrà luogo un nuovo confronto tra il Comitato tecnico-scientifico del Governo, la Commissione medica della FIGC e la Federazione Medico-Sportiva. Sul tavolo il famigerato protocollo della FIGC per la ripresa degli allenamenti. I nodi principali da sciogliere sono due: il primo riguarda le trasferte, con gruppi di 50-60 persone che dovrebbero spostarsi da una regione all’altra e il secondo riguarda un eventuale nuovo caso di positività. In questo caso, la persona contagiata dovrebbe mettersi in quarantena insieme a tutte le persone venute in contatto con lui, interrompendo così il fitto calendario previsto per finire il campionato entro agosto.

9:48 – Spagna e Inghilterra potrebbero riprendere i campionati attorno alla metà di giungo. Come riferito da La Gazzetta dello Sport, oggi è in programma una riunione decisiva della Premier League per decidere come agire. In Portogallo, il campionato ricomincerà a fine maggio.

9:35 – Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha affermato di credere che l’Istituto di virologia di Wuhan sia l’origine del virus SARS-CoV-2, che sta causando così tanti casi di COVID-19 nel mondo.
Ha visto qualcosa che le dà un alto grado di fiducia sul fatto che l’Istituto di virologia di Wuhan sia l’origine del virus?
“Sì. Abbiamo molte teorie che scenziati e uomini dell’intelligence stanno verificando con attenzione. Successivamente, metteremo insieme tutte queste informazioni e alla fine penso che avremo una risposta molto buona e la Cina potrebbe dircelo”, la risposta di Trump.

30 Aprile

17:25 – E’ finito da pochi istanti il Consiglio d’Amministrazione della Ligue 1. Il Paris Saint-Germain è stato incoronato campione di Francia, il Lorient di Ligue 2. Il Rennes giocherà per la prima volta la Champions League, il Lione è fuori dalle Coppe mentre è confermata la retrocessione di Tolosa e Amiens.

13:35 – L’Equipe: “PSG campione, OM e Rennes in Champions”
Secondo le indiscrezioni dell’Equipe il Cda della LFP voterà nelle prossime ore la cristallizzazione della classifica attuale: il PSG vincerebbe dunque il suo nono titolo della storia. Insieme con i parigini Marsiglia e Rennes sarebbero le altre squadre qualificate alla Champions League. Lille, Nizza e Reims andrebbero in Europa League.
Sempre secondo l’Equipe, qualora il Cda della LFP votasse la proposta di cristallizzare la classifica, sarebbero Lens e Lorient a essere promosse in Ligue1 prendendo il posto di Tolosa e Amiens (retrocesse in Ligue2)

13:30 – L’Equipe: “LFP propone chiusura anticipata Ligue1”
Secondo l’Equipe la LFP, la lega che gestisce il massimo campionato francese, avrebbe deciso di chiudere in anticipo la stagione. Dopo le parole del premier francese Edouard Philippe (“Niente eventi in Francia con più di 5mila partecipanti prima di settembre”), i club di Ligue1 avrebbero preso atto delle indicazioni governative. La decisione sarà votata dal Consiglio d’amministrazione e ratificata ufficialmente dall’Assemblea generale

28 APRILE

16:15– Anche la Francia dice stop al calcio giocato. Lo ha annunciato il premier francese Edouard Philippe nel suo intervento in Parlamento. “La stagione 2019/20 degli sport professionistici, in particolare il calcio, non potrà riprendere”, le sue parole. La LFP (la lega calcio francese) si incontrerà quindi il mese prossimo per stabilire come gestire promozioni, retrocessioni e ammissioni alle coppe europee.

14:45 – Dopo l’ultimo bollettino il comitato esecutivo dell’Afa ha deciso di sospendere tutti i campionati nazionali, dalla Primera Division alle leghe inferiori. La stagione 2019-2020 quindi, che fino a poche ore fa era solo sospesa, non giungerà a termine. Ovviamente sono state annullate tutte le retrocessioni.

12:45 – La Germania è pronta a dare il via alla Fase 2 anche per quanto riguarda il calcio. Il quotidiano tedesco Der Spiegel, infatti, ha svelato il protocollo per la ripresa del campionato. Nel documento si evince come, qualora venisse trovato un calciatore positivo, il campionato continui. “Si isolerà il giocatore in questione e si potrà andare avanti a giocare, con le dovute precauzioni per tutti“, fanno sapere portavoci della Bundesliga. Se non presenta sintomi si farà due settimane di quarantena, al contrario dovrà attendere almeno qualche giorno dalla scomparsa dei sintomi per poter tornare in gruppo. Il protocollo, molto articolato, prevede molte altre misure, tra cui le bottiglie d’acqua personalizzate, guanti obbligatori per gli allenamenti in palestra…e anche il numero massimo di persone che potranno accedere allo stadio. Il pubblico, naturalmente, rimarrà fuori, e in tutto ci saranno 300 persone divise tra campo, tribune e recinzioni esterne. In campo, tra calciatori, staff, medici e dirigenti, potranno esserci al massimo 98 persone.

24 aprile

18:00 – Olanda, l’Eredivisie si ferma: Ajax primo, ma niente titolo. La federazione olandese ha deciso di terminare in anticipo tutti i campionati. La classifica finale dell’Eredivisie è quella della 26.ma giornata. Ajax primo per migliore differenza reti rispetto all’Az Alkmaar (ma titolo non assegnato). Ajax diretta in Champions, Az ai preliminari, Feyenoord, Psv e Willem II ai preliminari di Europa League. Bloccate promozioni e retrocessioni.

23 aprile

11:40 – Il Verona sul proprio sito ha comunicato la guarigione di ZaccagnI: “Mattia Zaccagni ha effettuato nelle scorse ore il controllo con test diagnostico (tampone) per il coronavirus-Covid 19. L’esame ha dato esito negativo. Il calciatore è pertanto guarito e non dovrà più essere sottoposto al regime di isolamento domiciliare”.

21 aprile

21:00 – L’Olanda ha sospeso le manifestazioni sportive fino al primo settembre. L’Eredivise verso la conclusione anticipata.

16:10 – In merito alla ripresa dei campionati ha parlato Walter Ricciardi dell’OMS a Radio Punto Nuovo: “La Federcalcio ha un’ottima commissione medico-sportiva, io partecipo da tanti anni alla commissione antidoping. In questa circostanza Gabriele Gravina e Paolo Zeppilli mi hanno chiesto un contributo e lo faccio con piacere. Declinare la partenza del 4 maggio? Il gruppo di lavoro ha fatto un lavoro serio e rigoroso proponendo una serie di soluzioni.
E’ chiaro che dobbiamo valutare lo scenario in due settimane, non vale la pensa guardare l’andamento giornaliero: perché servono due settimane per l’incubazione del virus. La situazione sta andando molto meglio in molte regioni italiane, ma non in tutte. In Lombardia c’è ancora uno scenario preoccupante, non si può dare un’indicazione generica per tutti. Ad inizio maggio potremo dare dei suggerimenti guardando la situazione. Questo virus continuerà a circolare fino a quando non si troverà un vaccino e così come colpisce i cittadini, anche i calciatori e lo staff: bisogna tutelare tutti
Protocollo? Ci sono diverse ipotesi, è sicuramente finalizzato alla fine del campionato a cui tutti tengono molto. C’è bisogno di due approcci: uno finalizzato alla conclusione del campionato, con una serie di misure che tendono a circoscrivere il virus. E’ uN’ipotesi fortemente condizionata, ma ci sono squadre e squadre: non tutti possono permettersi i test, alloggi per tutti. quest’impegno economico è pesante. C’è sicuramente un minimo che viene richiesto a tutti: garantire la sicurezza. Come viene modulato è una scelta “politica” da parte della federazione. E’ chiaro che anche il comitato tecnico-scientifico del Governo sta valutando quali sono le attività più pericolose: la più pericolosa di tutte è il dentista, l’odontoiatra. Non c’è dubbio che l’allenamento o il gioco di squadra che prevedere contatto fisico tra atleti è un evento che va considerato piuttosto pericoloso.
Sistema chiuso? Sulla fattibilità dei sistemi di controllo, è da verificare, ma le proposte sono credibili e sostenibili. C’è un discorso geografico: l’Italia non è tutta uguale a livello di contagi. Al Centro-Sud non c’è stata quell’esplosione terribile del Nord. Ma la gente comunica, la gente viaggia, ma in alcune parti del Paese questo non si può ancora fare, ci sono paesi dove ci sono ancora 100 e più morti al giorno. Differenziare le aree per livello di rischio è giusto, stiamo proponendo di giocare al Centro-Sud, non ha senso vietare attività dove ci sono 0 casi come la Basilicata. La Campania ha reagito molto bene, tempestivamente, la popolazione ha compreso bene la situazione ed ha reagito in tempo, preoccupa un po’ di più la Puglia. La seconda e terza ondata possono risultare più pericolose della prima: non possiamo permettercelo. Maggio è ancora un mese a rischio, specialmente in alcune regioni, sarà ancora un mese interlocutorio. Ciò che suggeriremo è di avere provvedimenti diversi a seconda delle aree geografiche
“.

16 aprile

19:29 – La FIGC ha deciso di sospendere i campionati giovanili. Ecco la nota apparsa su Figc.it: “Il Presidente Federale, visto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 10 aprile 2020 recante ‘Misure urgenti di contenimento del contagio sull’intero territorio nazionale’; considerate le condizioni di incertezza conseguenti all’emergenza epidemiologica da COVID-19; considerati i termini previsti per la conclusione della stagione sportiva al 30 giugno 2020 e le relative criticità nel portare a compimento le attività competitive giovanili programmate; ritenuta l’esigenza di tutela della salute dei giovani tesserati; ritenuto, a tal fine, opportuno sospendere definitivamente lo svolgimento dei campionati giovanili, organizzati dalla Divisione Calcio Femminile e dal Settore Giovanile e Scolastico, programmati per la stagione sportiva 2019/2020; visto l’art. 24 dello Statuto Federale;

sentiti i Vice-Presidenti delibera di sospendere definitivamente lo svolgimento del Campionato Nazionale Primavera organizzato dalla Divisione Calcio Femminile e dei seguenti Campionati e Tornei giovanili organizzati dal Settore Giovanile e Scolastico, programmati per la stagione sportiva 2019/2020: Campionati Giovanili Nazionali, Under 18 Serie A e B, Under 17 Serie A e B, Under 17 Serie C, Under 16 Serie A e B, Under 16 Serie C, Under 15 Serie A e B e Under 15 Serie C; Tornei Giovanili a carattere nazionale, fasi interregionali e fasi finali Under 14 PRO e Under 13 PRO; Fase eliminatoria e fase finale Nazionale dei Campionati Under 17 e Under 15 Dilettanti e Puro Settore; Fase eliminatoria e fase finale Nazionale dei Campionati di Calcio a 5 Under 17 e Under 15 Dilettanti e Puro Settore; Fasi interregionali e fasi finali dei Campionati Giovanili Nazionali Femminili Under 17 e Under 15. La presente delibera sarà sottoposta alla ratifica del Consiglio Federale nella prima riunione utile“.

15 aprile

15:30 – I giocatori del Parma rinunciano ad un mese di stipendi: il club gialloblu ha annunciato che i giocatori della prima squadra e lo staff hanno deciso di rinunciare a una mensalità in questa fase di stop per l’emergenza da Coronavirus.

14:00 – Il calcio riparte in Cina. El Shaarawy torna ad allenarsi con lo Shanghai Shenua, come testimonia la sua foto su Instagram. (VEDI FOTO)

14:27Juventus, guariti Matuidi e Rugani. Il comunicato del club bianconero: “Daniele Rugani e Blaise Matuidi hanno effettuato, come da protocollo, il doppio controllo con test diagnostici (tamponi) per il coronavirus-Covid 19. Gli esami hanno dato esito negativo. I giocatori sono pertanto guariti e non sono più sottoposti al regime di isolamento domiciliare.”

10 aprile

22:29 – UFFICIALE: annullata l’ICC in programma per questa estate. Niente amichevoli di lusso.

“Cari tifosi, abbiamo il cuore a pezzi per le migliaia di persone che hanno sofferto per la terribile malattia Covid-19, e i nostri pensieri sono rivolti a tutti coloro che sono stati coinvolti in questo momento difficile. La salute dei giocatori, dello staff, dei tifosi e di tutti coloro che sono coinvolti nelle nostre partite è sempre la priorità. La mancanza di chiarezza sui calendari del calcio internazionale, con i possibili campionati e coppe giocati in agosto, rendono irrealizzabile la disputa dell’ICC per quest’estate. Non vediamo l’ora di riportare i migliori club negli USA e in Asia per il 2021”.

9 aprile

16:15 – Si va verso un prolungamento di 14 giorni delle attuali misure restrittive e di isolamento previste dal DPCM in scadenza il 13 aprile, con una probabile ulteriore proroga delle misure di isolamento a casa almeno fino al 2 maggio. Lo apprende l’ANSA da fonti qualificate. Sarebbe inoltre in discussione l’eventualità che dopo Pasqua possano riaprire alcune piccole attività legate alla filiera agroalimentare e sanitaria, previo il rispetto delle misure di distanziamento.

11:10 – Anche il Southampton si avvia al taglio degli stipendi: in una nota apparsa sul sito del club inglese, viene spiegato come il consiglio di amministrazione, il manager della prima squadra, il suo staff tecnico e la prima squadra hanno concordato di differire parte dei loro stipendi per i mesi di aprile, maggio e giugno per aiutare a proteggere il futuro del club.

19:40Il Real Madrid, attraverso una nota ufficiale pubblicato sul proprio sito, ha reso noto di aver trovato un accordo tra dirigenza e giocatori, rappresentati dal proprio capitano Sergio Ramos, per una riduzione degli stipendi per una cifra che oscillerà tra il 10% e il 20%. Tutto si modificherà a seconda dell’evoluzione del virus, che influirà sulle scelte della Lega in merito alla possibilità di portare o meno a termine la stagione. Nell’ipotesi in cui il massimo campionato spagnolo non riprenderà il taglio sarebbe del 20%, in modo da far risparmiare alle casse del club circa 50 milioni di euro, che sarebbero utilizzati per pagare i contratti dei dipendenti.

16:43 – Il Brescia ha ribadito la volontà di non riprendere il campionato. Il comunicato del club di Cellino.

14:43 – I club di serie C, l’Assocalciatori e l’associazione allenatori hanno stilato, secondo quanto riporta l’ANSA, un accordo per affrontare l’emergenza coronavirus: Lega Pro e parti sociali del calcio sottolineano che “dalla crisi si esce insieme” e lanciano un “appello accorato” al Governo perché consenta l’accesso alla cassa integrazione anche per i calciatori con soglia di reddito sotto i 50 mila euro l’anno e attivi strumenti per la liquidità dei club

14:40 – Anche la Serie B ha preso provvedimenti in tal senso. Si è infatti tenuta oggi l’assemblea di Lega, in cui è stato deciso all’unanimità di non pagare gli stipendi ai calciatori durante il periodo di inattività.

14:30 – La Premier League fa i conti: danni stimati intorno al miliardo.

13:30Siviglia, staff e giocatori in cassa integrazione: stipendi tagliati del 70%.

7 aprile

17:00 – La Liga non giocherà ogni 48 ore per poter terminare la stagione sospesa. La decisione è stata presa di comune accordo con l’AFE, l’associazione calciatori spagnola: nel pomeriggio le parti in causa hanno effettuato una riunione per capire come agire in merito alla ripresa dei campionati iberici. La salute non si discute, si ripartirà solo quando lo deciderà il Governo. La RFEF ha rifiutato la proposta di giocare ogni 48 ore nella stagione più calda, per evitare problemi e compromettere il regolare svolgimento dei match. Serve poter recuperare, dunque si scenderà in campo ad una distanza di almeno 72 ore. Inoltre verranno effettuate due pause, una per tempo, per permettere ai calciatori di idratarsi nel modo corretto. Nel comunicato non ci sono indicazioni sull’apertura al pubblico, ma come riportato da AS molto probabilmente si giocherà a porte chiuse almeno fino a settembre.

11:30 – Secondo quanto riporta il quotidiano tedesco Bild, la Bundesliga sarebbe pronta a ripartire a maggio. Le misure di sicurezza prevedono un numero massimo di 239 persone ammesse allo stadio. 126 di queste avranno accesso al campo e saranno giocatori, allenatori, medici, emittenti televisive e raccattapalle. I restanti 113, invece, saranno autorizzati a sedere in tribuna e comprenderanno un servizio di sicurezza piuttosto ridotto e alcuni giornalisti.

6 aprile

21:20 – Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Adnkronos il premier britannico Boris Johnson sarebbe stato ricoverato in terapia intensiva, a causa delle complicazioni legate all’infezione di Coronavirus.

5 aprile

16:50 – Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Maurizio Setti, presidente dell’Hellas Verona: “In una del genere, molto paragonabile a una guerra, credo ci sia da sedersi intorno a un tavolo con grande serenità e e grande disponibilità e intelligenza da parte di tutti e trovare una soluzione che soddisfi entrambe le parti. Quello che sta succedendo per il calcio è un danno immenso e io credo che i miei giocatori siano brave persone e penso non ci saranno problemi a trovare un accordo che soddisfi entrambe le parti.
Spero di giocare, con i tempi che FIFA e UEFA potranno trovare. Finire il campionato è un modo per dare gioia alla popolazione perché ha bisogno del calcio, l’Italia è un paese fortemente innamorato di questo sport, poi avere un ritorno economico diverso perché tanti settori sono in difficoltà. Mi auguro quindi che la vita e il calcio ripartano, in questo modo quando arriveremo alle ferie avremo chiuso un brutto capitolo della nostra vita e molto lentamente ripartiremo per fare qualcosa di nuovo e di bello
“.

16:45 – “Non posso pensare oggi di riprendere a giocare quando sento che muoiono centinaia di persone in Italia ogni giorno. Mi sembra anche una mancanza di rispetto. Per dirla tutta non sono nemmeno sicuro che si possa riprendere questo campionato”. Il calciatore venezuelano del Torino Tomas Rincon, che ha aperto una raccolta fondi (“per aiutare gli italiani bisognosi”), al telefono con l’agenzia di stampa Ansa, esprime forti perplessità sul ritorno in campo della Serie A. “Ci sono interessi delle società e lo capisco, noi siamo disposti a tornare quando però ci saranno le condizioni di salute, oggi non si può” aggiunge Rincon.

14:45 – L’epidemia del Coronavirus continua a dilagare in tutto il mondo, ma per fortuna arrivano anche delle buone notizie per quel che riguarda i guariti. Tra questi, tre calciatori della Fiorentina che sono risultati negativi ai test delle ultime ore. Lo ha comunicato il club, attraverso il proprio sito ufficiale, ringraziando i medici, gli infermieri e le strutture ospedaliere che hanno prestato loro soccorso. I giocatori in questione sono: Patrick Cutrone, German Pezzella e Dusan Vlahovic. Di seguito, il comunicato ufficiale:
“La Fiorentina ha il piacere di comunicare che in seguito agli esami e test clinici effettuati in questi ultimi giorni, i giocatori Patrick Cutrone, German Pezzella e Dusan Vlahovic sono risultati negativi al Covid 19. Ringraziamo ancora una volta medici, infermieri e strutture ospedaliere che continuano a prestare la propria assistenza a tutti coloro che ne hanno bisogno in un momento così critico e delicato per il Paese e il mondo intero”.

1 aprile

19:25 – Un lampo di luce nel buio, una coppia indiana ha deciso di chiamare i suoi due gemelli appena nati Covid e Corona. A riportarlo è l’emittente indiana NDTV, secondo la quale la famiglia residente nello Stato di Chhattisgarh avrebbe voluto ricordare così, per sempre, la profonda emergenza sanitaria che stiamo vivendo in questi mesi. Covid, il bambino, e Corona, la bimba, sono venuti al mondo nelle prime ore del giorno 27 marzo.

31 marzo 2020

15:28 – La Bundesliga ha sospeso tutte le partite “almeno fino al 30 aprile”. È questa la decisione presa quest’oggi durante la riunione della Deutsche Fußball Liga svolta in videoconferenza con i club della Bundesliga e della 2.Bundesliga. “Rispetto ad altre nazioni in Europa abbiamo condizioni migliori – spiega il CEO della DFL Christian Seifert – Miriamo a terminare la stagione entro il 30 giugno”.

30 marzo 2020

09:40 – “Anche il Sassuolo verso il taglio degli stipendi”: questo il titolo della Gazzetta di Modena in prima pagina, dedicato alle ultime vicende neroverdi. Anche gliemiliani pensano al taglio degli stipendi. Oggi un nuovo incontro tra Lega Calcio e AIC per scegliere le modalità della sospensione delle retribuzioni ai calciatori: i neroverdi non decideranno in autonomia come la Juventus.

09:20 – Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato al quotidiano spagnolo El Pais: «Siamo nella fase più acuta. È difficile fare previsioni esatte. Gli esperti sono ancora cauti, ma è ragionevole pensare che siamo vicini al picco. Sabato abbiamo superato le 10.000 vittime e questo ci fa molto male e dovrebbe allertare la comunità internazionale. Ma allo stesso tempo ieri abbiamo avuto anche il numero record di cure: 1.434. Voglio esprimere la nostra vicinanza e solidarietà al governo spagnolo e alla sua popolazione. È un dramma che conosciamo molto bene e posso immaginare le difficoltà che affrontano. Vogliamo uscire da questa crisi il più presto possibile, tra l’altro, per aiutare altri paesi come la Spagna con medici, respiratori e dispositivi di protezione individuale. Lo stop delle attività produttive? È una misura durissima dal punto di vista economico. È l’ultima misura che abbiamo preso e non può prolungarsi troppo. Per scuole e università, invece, si possono introdurre modifiche affinché gli studenti non perdano l’anno o l’esame».

09:04 – Michela Persico, compagna del difensore della Juventus Daniele Rugani che come lui è risultata positiva al Coronavirus, ha parlato a Canale 5 nel corso di Live – Non è la D’Urso: “La mia gravidanza? La pancia sta crescendo. Avrei voluto dare la notizia in modo diverso e in tempi migliori, ma essendoci ritrovati in questa situazione la notizia è esplosa e ho deciso di parlarne io prima che lo facessero tutti”.

02:00L’ex portiere della Nazionale turca, Rustu Recber, è stato ricoverato ieri sera dopo avere contratto il coronavirus. Lo ha rivelato Isil Recber, moglie dell’ex estremo difensore che contribuì al terzo posto della Turchia ai Mondiali di calcio 2002, sui social. “Mio marito Rustu è ricoverato in ospedale, gli è stato diagnosticato il COVID-19 – ha scritto, in un post, la donna -. Tutto procedeva normalmente quando improvvisamente ha sviluppato in maniera rapida i sintomi e il suo stato di salute è peggiorato: siamo ancora sotto shock”. Isil Ricber ha aggiunto che l’intera famiglia era stata sottoposta al tampone, risultando però negativa al test. Rustu Recber, che oggi ha 46 anni, ha giocato per la Nazionale turca dal 1994 al 2012. Dopo avere indossato la maglia del Barcellona ha firmato per il Fenerbahce, quindi per il Besiktas, dove nel 2012 ha chiuso la carriera. Lo scrive l’ANSA.

29 marzo 2020

23:50 – Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha così parlato del rinvio delle Olimpiadi al 2021 in collegamento con La Domenica Sportiva sugli schermi di Rai 2: “Questo evento è storia, è riconosciuto come il più importante nel mondo dello sport e non solo. Oggi più che mai c’è una grande attesa, e ci sono tutti i presupposti per far sì che dalle Olimpiadi di Tokyo si possa ricominciare al meglio e mandare dei nuovi segnali a tutti. Non c’è nessuna notizia ufficiale, ma rimane la possibilità di anticiparle: il CIO è in contatto con le federazioni per capire le date della stagione. Io ho un’idea, forse mi sbaglio ma non credo, anche perché ho parlato con tanti amici e colleghi di questo mondo: penso che entro poco il CIO uscirà con la data del 23 luglio, con buona pace di tutti. In assoluto è la data che crea meno problemi per organizzare un 2021 pieno di impegni. Giusto per dirne uno c’è l’Europeo di calcio, l’NBA e altre manifestazioni

11:02 –  E’ finito il campionato per il Manchester City, ma chissà che non valga lo stesso per tutta la Premier League. Il tabloid Star, nella sua edizione domenicale, titola così e scrive che i Citizens si rifiuteranno di giocare finché non sarà garantita la salute di tutti al 100%. Lucchetto chiuso in prima pagina e un futuro che sembra lontano dal calcio giocato se la pandemia non sarà frenata.

28 marzo 2020

21:12 – Meneghin: “Stagione annullata per il basket maschile”

19:53 – I giocatori della Juventus rinunciano alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno a meno che la stagione non ricominci.

16:00 – Il presidente del West HamKarren Brady, ha annunciato al Sun che otto suoi giocatori sono stati messi in isolamento per aver accusato dei lievi sintomi: “E’ un sollievo per me dire che tutti mostrano sintomi lievi e che loro e le rispettive famiglie sono in buona salute. Nell’ultima riunione dei club abbiamo concordato che si proverà a ricominciare il prima possibile. E se sarà necessario giocare a luglio per completare la stagione siamo pronti a farlo”.

27 marzo

21:00 – Messaggio per gli azzurri a Wembley
Si sarebbe dovuta giocare l’amichevole tra Inghilterra e Italia. Invece tutto sospeso a causa del coronavirus. Ma lo stadio di Wembley ha voluto mandare un messaggio all’Italia: “Siamo con voi azzurri”

20:30 – Il comunicato del Milan
“AC Milan comunica che, in ottemperanza alle disposizioni di Governo e Istituzioni medico-sanitarie, la ripresa degli allenamenti della Prima Squadra maschile, femminile e del Settore giovanile è rinviata a data da destinarsi. Per il Club, la salute e la sicurezza dei propri giocatori, dello staff, dei tifosi e dei dipendenti/collaboratori sono la priorità. AC Milan, per la ripresa dell’attività agonistica, auspica una soluzione unanime, in accordo con tutti i Club di Serie A, che anteponga nei propri fini la salute dei propri atleti e di tutti i soggetti interessati ed è aperta a valutare qualsiasi proposta purché in linea con i seguenti presupposti:

1) Le squadre torneranno ad allenarsi e a giocare di nuovo quando ci saranno adeguate condizioni di sicurezza, attenendosi alle disposizioni delle Istituzioni medico-sanitarie;

2) La ripresa degli allenamenti e delle partite dovrà avvenire al momento opportuno e nelle medesime condizioni per tutte le squadre della Lega Serie A.

AC Milan è a fianco di tutti gli italiani per superare questa crisi e farà la sua parte per contribuire alla ripresa economica del Paese.”

12:30 – Il primo ministro britannico Boris Johnson è risultato positivo al test del tampone del Coronavirus. Il capo del Governo aveva annunciato da pochi giorni misure più restrittive per limitare la diffusione della pandemia nel suo paese.

26 marzo 2020

12:40 – Primo positivo nel Barcellona. E’ Ramon Canal, responsabile sanitario del club
Il Coronavirus sta attanagliando la Spagna e farne le spese è anche il Barcellona. Come riportato dal sito di Gianluca DiMarzioc’è il primo positivo in terra catalana e si tratta di Ramon Canal, responsabile sanitario del club. Con lui c’è anche il capo dei servizi medici della sezione di pallamano Josep Antoni Gutierrez, anch’esso positivo. I giocatori blaugrana rimangono in isolamento nelle loro abitazioni.

12:20 – Si ferma anche il cricket
Anche il cricket si ferma. La federazione internazionale di questo sport (Icc) ha infatti deciso di rinviare a nuova data, che non è ancora stata fissata, tutte le sfide delle qualificazioni mondiali di India 2021 che avrebbero dovuto svolgersi entro luglio

12:15 – Il Valencia dona 50mila mascherine
Il patron Peter Lim, già protagonista di belle iniziative a Manchester, ha donato 50mila maschere e 300 termometri al personale sanitario, che combatte in prima linea contro l’emergenza Coronavirus.

11:50 – Napoli, morto fondatore squadra calcio femminile
L’imprenditore napoletano Dino Bove, 65 anni, è morto questa notte a Napoli affetto da coronavirus. L’imprenditore era in terapia intensiva dal 18 marzo ed era risultato positivo al Covid-19; mercoledì le sue condizioni si sono aggravate ed è finito in Rianimazione. Questa notte la crisi si è fatta acuta e non è sopravvissuto. Molto noto in città, è stato tra i fondatori del calcio Napoli femminile.

11:45 – Leeds United, giocatori e staff tecnico rinunciano agli stipendi
I giocatori e lo staff tecnico del Leeds United hanno deciso spontaneamente di rinunciare agli stipendi. Questo per consentire al club di pagare gli altri dipendenti regolarmente

10:00 – Angelo Borrelli negativo al coronavirus
Il tampone rino-faringeo per la ricerca effettuato al capo Dipartimento della Protezione Civile ha dato esito negativo.

25 marzo

16:34 – Udinese, terminato l’autoisolamento dell’Udinese
È terminato da qualche giorno l’autoisolamento dei giocatori dell’Udinese, nessuno dei quali ha riscontrato sintomi da Covid-19. Lo ha comunicato la stessa società friulana in una nota. L’autoisolamento era scattato dopo la positività di Vlahovic, giocatore della Fiorentina contro cui i bianconeri avevano disputato l’ultima gara a porte chiuse prima dello stop del campionato.

15:40 – Girona, c’è un giocatore positivo
Il club di Liga ha comunicato che un suo giocatore è positivo al coronavirus.

15:15 Il presidente del CIO: “Le Olimpiadi potrebbero non limitarsi all’estate”

15:09 – Borrelli ha la febbre, niente conferenza stampa della Protezione civile

13:00 – Secondo il giornalista Nicolò Schira: “La proposta di molti club di Serie A prevede il blocco delle retrocessioni e la promozione dalla B delle prime due in classifica. La Serie A del prossimo anno sarebbe dunque un torneo a 22 squadre con 4 retrocessioni per i prossimi 2 anni in modo da tornare al format da 20 nel 2022. Stessa cosa in B e Lega Pro che passerebbero al 24/25 con 66 club. La situazione più intricata riguarderebbe la Serie B: oltre alle prime dei 3 gironi De Laurentiis spinge per promuovere il Bari (attualmente quarto, promozione che di solito spetta a chi vince Playoff) come migliore seconda. Le altre seconde non ci stanno, potrebbero esserci 6 promozioni dalla C”.

11:55 – L’ultimo eclatante caso positivo al Covid-19 è Carlo, principe del Galles. A comunicare il contagio, secondo quanto riportato da Sky, sarebbe stato un portavoce di Clarence House.


24 marzo

20:00 – Marco Sportiello dell’Atalanta positivo al Coronavirus.

13:30 – Il Giappone avrebbe proposto di spostare i Giochi Olimpici al 2021.

13:00 – Con un post sul proprio profilo FB, Guido Bertolaso ha annunciato la sua positività al Coronavirus. L’ex capo della Protezione Civile è stato ingaggiato dalla Regione Lombardia per gestire l’emergenza.

10:30 – Anche l’Australia ferma il campionato. La FFA (Federcalcio australiana) ha annunciato di aver posticipato gli ottavi di finale della stagione 2019/20 della Hyundai A-League a causa delle nuove misure introdotte dal Governo dopo l’aumento dei casi di Covid-19. “Questo rinvio ha effetto immediato. La decisione è l’ultima di una serie di misure introdotte da FFA in risposta alla diffusione in corso di COVID-19 e arriva con il supporto unanime di tutti i club Hyundai A-League. FFA esaminerà la situazione nelle prossime settimane con un’ulteriore valutazione formale dello stato, prevista per il 22 aprile. La decisione riflette le rigorose misure di allontanamento sociale che sono state ora introdotte dal governo e l’introduzione di restrizioni alle frontiere statali in Australia e l’attuazione dei più alti livelli di restrizioni alle frontiere per la Nuova Zelanda. L’effetto cumulativo che al momento rende impossibile il proseguimento della competizione“, si legge nel comunicato.

10:10 – Altri giocatori del nostro campionato fanno ritorno nei rispettivi paesi d’origine. L’Inter ha acconsentito alla partenza di Brozovic e Handanovic, che hanno terminato il rispettivo periodo di quarantena.

9:38 – A causa di un contatto della spedizione azzurra di ritorno dall’Algarve Cup con una persona positiva al coronavirus, la nazionale femminile di calcio italiana era stata messa in isolamento domiciliare a scopo precauzionale. Anche le tre calciatrici della Roma, Bartoli, Bonfantini e Giugliano membre della spedizione azzurra erano dovute sottostare alla prassi. Come appreso dalla redazione di Vocegiallorossa.ittutte e tre hanno terminato l’isolamento domiciliare (essendo monitorate constantemente dallo staff giallorosso) senza manifestare alcun sintomo legato al Covid-19. Capitan Bartoli è nella Capitale, mentre Bonfantini e Giugliano passano questo periodo di lockdown con le rispettive famiglie.

8:50 – Secondo quanto riportato da Sky TG24 il Governo varerà una nuova stretta per chi esce di casa senza motivo. La coercizione dell’articolo del codice penale con relativa sanzione era inefficace e dunque si passerà alla via amministrative: sanzioni per chi viene pescato fuori casa senza motivi urgenti, come recita il decreto, fino a 2.000 con sequestro del mezzo immediato. Già si stanno utilizzando i droni per monitorare gli assembramenti e gli spostamenti.

8:45 – “Verosimilmente in Italia ad oggi ci sono circa 600.000 contagiati dal nuovo coronavirus. Lo afferma il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, malgrado i numeri ufficiali parlino di 63.000. Borrelli ammette: “Il rapporto di un malato certificato ogni dieci non censiti è credibile”. E,  sui contagi in rallentamento per due giorni consecutivi, aggiunge: “Le misure di due settimane fa iniziano a sentirsi”. Lo riporta La Repubblica.

23 marzo

20:50Fatih Terim, tecnico del Galatasaray, è risultato positivo al tampone per il coronavirus e al momento si trova in ospedale sotto osservazione. L’ex ct della nazionale turca lo rende noto tramite il proprio profilo Twitter, rassicurando i tifosi: “Secondo i risultati dei test che ho svolto oggi, il mio esito al coronavirus è positivo. Sono in buone mani all’ospedale, non vi preoccupate. Ci sentiamo presto”.

12:50 – La Federcalcio spagnola dichiara di aver sospeso le attività e che non riprenderanno fin quando le autorità diranno che l’emergenza sarà passata.

11:30 –  Cannavaro comunica di essere ancora in quarantena.

10:30 – Deceduta la prima persona in Basilicata.

9:30 – Rinviato ancora il campionato cinese per la positività di Fellaini.

22 marzo

15:40 – Muore 34enne a Cave. E’ la vittima più giovane del Lazio
Morto a 34 anni a causa del Coronavirus. Un giovane nato a Cave, in provincia di Roma, ma residente da tempo nella capitale è venuto a mancare nella notte al policlinico Tor Vergata. E’ la vittima più giovane nel Lazio dall’inizio dell’epidemia: è venuto a mancare dopo aver passato sei giorni in terapia intensiva, intubato.

13: 15 – Milan, nessuna situazione critica dopo la positività di Maldini e figlio
A Casa Milan, per il momento, non ci sono situazioni critiche, così come non ce ne sono nelle altre sedi di lavoro, chiuse da tempo. Lo scrive questa mattina La Gazzetta dello Sport parlando del club rossonero e dell’emergenza Coronavirus, dopo la notizia della positività di Paolo Maldini e del figlio Daniel. Il Milan – sottolinea la rosea – si è messo da solo in quarantena, rispettando le direttive del governo. Tutti a casa, senza eccezioni: al momento non ci sono sintomi nei dipendenti e nei giocatori.

12:55 – Anzio: sette i pazienti positivi
“A questa mattina i pazienti positivi al Covid-19, residenti ad Anzio, in base alle comunicazioni aggiornate della direzione generale della nostra Asl, ammontano complessivamente a sette, con tre casi in isolamento domestico e gli altri quattro ricoverati presso Ospedali della Capitale. Auguro ai nostri Concittadini una pronta guarigione. Atteniamoci alle direttive, restiamo a casa”. Lo dice il sindaco Candido De Angelis.

12:50 – Potenziati i controlli a Roma: 80 denunce scattate ieri
“Nell’ambito del potenziamento dei controlli attuato dalla Polizia Locale di Roma Capitale per verificare il rispetto delle prescrizioni a tutela della salute pubblica, sono 80 le denunce scattate nella sola giornata di ieri, la maggior parte per spostamenti senza un valido motivo. Gli accertamenti sono proseguiti anche nella serata, fino a tarda notte, nel corso della quale gli agenti hanno denunciato altre sei persone sorprese a circolare senza una motivazione legittima”, lo comunica la Polizia Locale di Roma Capitale.
“Molteplici le scuse dei fermati in cerca di attenuanti, dalla più banale di un ragazzo residente in zona Tiberina, fermato su Via Salaria e diretto a Pietralata perché sentiva la mancanza della fidanzata, o quella di un settantenne che, fermato a passeggio a piazza di Spagna, ha dichiarato di essere uscito a comprare il giornale, ma proveniva dal quartiere di Colli Albani.

12:50 – Napoli, non ci sarà la ripresa degli allenamenti il 25 marzo. Probabile spostamento di 3-4 giorni
Il Napoli non tornerà in campo ad allenarsi il 25 marzo. Nonostante la presa di posizione forte del presidente DeLaurentiis, anche i partenopei si devono arrendere al Coronavirus. Come riportato da SportMediasetla data della ripresa, 3 o 4 giorni se non di più, verrà comunicata ufficialmente dal club prima della giornata di mercoledì. Lotito, quindi, ora è rimasto veramente solo a combattere per far riprendere gli allenamenti alla sua squadra nella giornata di lunedì, ma con ogni probabilità anche il laziale dovrà cambiare i suoi piani.

12:15 – Juventus, ultimati i tamponi: solo 3 i positivi
Ultimati i tamponi in casa Juvenuts, i positivi sono 3: Rugani, Matuidi e Dybala. Negativi tutti gli altri.

12:00 – Real Madrid, morto Lorenzo Sanz: è stato il primo presidente dei ‘Blancos’
Il coronavirus miete un’altra vittima illustre. Si tratta di Lorenzo Sanz, ex presidente del Real Madrid, che si è spento a 76 anni dopo aver contratto il covid-19. Sanz era ricoverato da martedì scorso in situazione critica. E’ stato il numero uno dei Blancos dal 1995 al 2000. Nella stagione 1996-1997 aveva assunto Fabio Capello, artefice poi della vittoria della Liga.

10:30Marouane Fellaini, centrocampista dello Shandong Luneng è il primo giocatore del campionato cinese risultato positivo al test del coronavirus. L’ex giocatore del Manchester United è stato sottoposto al tampone lo scorso 20 marzo,  lo stesso giorno in cui è arrivato in treno a Jinan, nella provincia cinese di Shandong.

21 marzo 2020

22:33 – Lewandowski dona un milione di euro per combattere l’emergenza

21:22 – Morta la madre di Piero Chiambretti. Era risultata positiva al Coronavirus

20:43 – Paolo e Daniel Maldini positivi al coronavirus
Comunicato ufficiale del Milan: “Paolo e Daniel Maldini positivi al Coronavirus. Sono in buone condizioni e, dopo aver già trascorso oltre due settimane nella propria abitazione senza contatti esterni, come previsto dai protocolli medico-sanitari prolungheranno la quarantena per i tempi necessari alla completa guarigione clinica”.

20:22 – ANSA: positivo Wu Lei dell’Espanyol
Wu Lei, calciatore cinese che gioca in Spagna nell’Espanyol, è risultato positivo al test del coronavirus. Lo fa sapere la federcalcio della Cina.  Finora si sapeva soltanto che alcuni membri del club di Barcellona avevano contratto il Covid-19 ma i nomi non erano stati resi noti. Ora la notizia della positività di Wu Lei arriva dalla Cina. “Siamo in continuo contatto con Wu Lei e il suo club – è scritto nella nota della federcalcio cinese – e siamo pronti a fornirgli tutta l’assistenza di cui ha bisogno”. (ANSA).

19:10 – Dybala: “Sono positivo al coronavirus, ma sono in perfette condizioni”
Paulo Dybala, proprio come gli altri giocatori della Juventus, si è sottoposto al tampone. L’argentino ha condiviso l’esito su Instagram: “Abbiamo ricevuto i risultati del test Covid-19, sia io che Oriana siamo risultati positivi. Fortunatamente siamo in perfette condizioni”.

17:25 – Un altro giocatore della Juve lascia l’Italia: Douglas Costa ha fatto ritorno in Brasile, dove trascorrerà il resto della quarantena. Il giocatore è stato autorizzato a partire dal club bianconero dopo l’esito negativo del tampone e ha richiesto di lasciare l’Italia per motivi familiari, nello specifico per ricongiungersi alla figlia. Nei giorni scorsi, oltre a Cristiano Ronaldo, avevano lasciato Torino anche Higuain, Pjanic e Khedira.

15:45 – Primi contagiati anche nel Gremio. Come reso noto dal club brasiliano, sono risultati positivi al Coronavirus il vicepresidente del CdA Cláudio Oderich e il consigliere aggiunto alla presidenza Eduardo Fernandes. Entrambi in buona salute e in quarantena a casa. Il vicepresidente Marco Bobsin è in attesa dei risultati del test.

15:42 – Altri casi nel calcio inglese. Come comunicato sul proprio sito ufficiale, tre giocatori del Portsmouth, club che milita nella Football League One, sono risultati positivi al Coronavirus: si tratta di James BoltonAndy Cannon e Sean Raggett, che sono in autoisolamento. Inoltre, tutti i giocatori e lo staff della prima squadra hanno effettuato il test, ora il club è in attesa dei risultati.

15:40 – Nuovo giocatore positivo al Coronavirus per l’Espanyol: si tratta di Wu Lei. A renderlo noto è la Federcalcio cinese, con una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale: “Siamo in continuo contatto con Wu Lei e il suo club, siamo pronti a fornirgli tutta l’assistenza di cui ha bisogno”.

09:48 – In diretta dal proprio profilo Instagram, Paulo Dybala ha dato notizie circa il suo stato di salute: “Nei prossimi giorni saprò come sto, se ho il virus. Speriamo di no”.

09:18 – Come racconta Sky TG24, stando ai dati raccolti dall’Istituto Superiore di Sanità l’età media delle vittime per il COVID-19 è di 78,5 anni.

08:49 – Gabbiadini racconta alla Gazzetta dello Sport di come ha scoperto la sua positività al COVID-19: “Ho sentito un po’ di febbre la sera di martedì 10, ma non ho pensato al virus. Quella notte ho dormito male, mi sono svegliato spesso e al mattino mi girava la testa ma non ero caldo. Ho misurato la febbre solo per scrupolo e avevo 37,5. Ho chiamato il dottor Baldari della Samp, ma anche in questo caso non ho pensato al virus. Martina, mia moglie, mi ha però suggerito di chiedere il tampone: a casa abbiamo due bimbi piccoli. Il dottore è venuto a farlo e ci siamo dati appuntamento al giorno dopo. Giovedì stavo benissimo, era passata la febbre. Alle 15 mi ha chiamato il dottore per dirmi che ero positivo”.

08:12 – Il Napoli va controcorrente e fissa la data di ripresa degli allenamenti. Come si legge sul sito ufficiale del club: “La SSC Napoli comunica che la squadra riprenderà mercoledì 25 marzo gli allenamenti al Centro Tecnico con una seduta mattutina”.

20 marzo 2020

22:30 – La Roma fa sapere che acquisterà dei ventilatori polmonari per aiutare gli ospedali nell’emergenza Covid-19.

14:30 – La Bielorussia gioca a porte aperte e il Premier Lukashenko sminuisce il pericolo coronavirus: “Bere tanta vodka”.

11:00 – Alle 12.00 riunione tra Serie A e club per discutere le tematiche riguardanti la ripresa degli allenamenti.

19 marzo 2020

09:99 – NFL, primo caso di positività
Negli Stati Uniti c’è il primo caso di positività per un tesserato della National Football League. Si tratta del coach dei New Orleans Saints, Sean Payton, vincitore di un Super Bowl nel 2009. Payton ha scelto di rendere pubblica la sua positività per convincere le persone a evitare uscire di casa per contrastare la diffusione dell’epidemia.

01:48 – NBA, Marcus Smart annuncia: “Sono positivo al Covid-19”
Attraverso un video su Twitter, il giocatore dei Boston Celtics ha annunciato di essere positivo al Covid-19: “Non ho sintomi e sto bene, ma le giovani generazioni del nostro Paese devono mantenere le distanze di sicurezza. Non è uno scherzo”.

01:13 – NBA, due giocatori dei Lakers positivi
Comunicato ufficiale dei Los Angeles Lakers su Twitter: “Abbiamo appreso che due giocatori dei Lakers sono risultati positivi al Covid-19. Entrambi i giocatori sono asintomatici, in quarantena e sotto le cure dello staff medico della squadra”.

Giovedì 19 marzo

17:34 – Si ferma anche il campionato turco
Si ferma ufficialmente il calcio anche in Turchia. Il ministro dello sport, Muharrem Kasapoglu, ha annunciato la sospensione di tutti i campionati. Non è stata stabilita la ripresa delle stesse.

15:40 – Altri GP rinviati in F1
Rinviati ufficialmente in Formula1 i Gp di Spagna, Olanda e Montecarlo

14:34 – Premier sospesa a tempo “indeterminato”
La federazione calcistica inglese ha esteso la sospensione delle partite in Inghilterra: nessun match inglese si disputerà prima del 30 Aprile. La Premier League rimane ferma a tempo indefinito.

12:54 – Coppa Italia Primavera, rinviata finale Verona-Fiorentina
Rinviata a data da destinarsi la finale di Coppa Italia Primavera. Verona e Fiorentina si sarebbero dovute affrontare il prossimo 10 aprile.

12:13 – FIFPRO a federazione turca: “Stop a campionati e allenamenti”
La FIFPRO (federazione internazionale dei calciatori professionisti) ha inviato una lettera alla federazione turca in cui si chiede di fermare allenamenti e partite che si stanno svolgendo regolarmente (anche se a porte chiuse) nonostante l’emergenza coronavirus. Si sottolinea come molti giocatori stranieri abbiano contattato la FIFPRO perché preoccupati per la situazione.

11:53 – Serbia, denunciati Jovic e Ninkovic
I calciatori serbi Luka Jovic del Real Madrid e Nikola Ninkovic dell’Ascoli avrebbero violato l’obbligo dell’autoisolamento dopo essere tornati in Serbia, e sarebbero stati per questo denunciati dalle forze dell’ordine sulla base delle nuove norme emanate per contenere la diffusione del coronavirus. Lo riferiscono i media serbi.

Mercoledì 18 marzo

15:00 – Liga, nell’Alavés 15 casi positivi
La polisportiva Alavés ha annunciato attraverso un comunicato 15 casi di positività al coronavirus: 3 di questi fanno parte della prima squadra del Deportivo Alavés, 7 sono membri dello staff tecnico. Nessuno nel gruppo KIROLBET Baskonia. In tutti i casi si tratta di asintomatici in buono stato di salute.

17 marzo

20:35 – GENOA, PREZIOSI: “LEGA SERIE A E FIGC CONCORDI NEL RIPARTIRE IL 9 MAGGIO”. Ai microfoni di Radio Kiss Kiss, il presidente del Genoa Enrico Preziosi ha rilasciato alcune dichiarazioni sullo stop al campionato legato al Covid-19: “Lega Serie A e FIGC sono concordi nel far ripartire il campionato il 9 maggio”.

21:15 – NBA, QUATTRO POSITIVI NEI BROOKLYN NETS. Brooklyn Nets hanno annunciato che quattro membri della squadra sono risultati positivi al COVID-19, senza specificare i nomi. Tre sono asintomatici mentre uno presenta sintomi.

20:27 – UCRAINA, SOSPESO IL CAMPIONATO. L’Ucraina, dopo i provvedimenti del governo per arginare l’emergenza coronavirus, ha deciso di sospendere lo sport a ogni livello. Ferma dunque anche la Premier League Ucraina, la massima serie del calcio, a tempo indeterminato.

19:30 – JUVENTUS, MATUIDI E’ POSITIVO.

19:00 – UEFA, RINVIATA LA NATIONS LEAGUE, L’EUROPEO UNDER 21 E QUELLO FEMMINILE. Non c’è solo Euro 2020 a essere stato rinviato per la questione Coronavirus. Nella giornata di oggi, infatti, la UEFA ha deciso di rimandare anche le finali della prossima Nations League, l’Europeo Under21 e l’Europeo femminile, tutti programmati tra giugno e luglio 2021. Lo si apprende dal sito ufficiale.

18:00 – L’AIAC ACCUSA IL BRESCIA. “L’AIAC (Associazione italiana allenatori calcio) ha pubblicato un comunicato ufficiale in cui accusa il Brescia di aver convocato gli staff tecnici di Grosso e Corini per domattina alle 9:00 al campo di allenamento di TorboleCasaglia”.
Il comunicato: “L’ASSOCIAZIONE ITALIANA ALLENATORI CALCIO vuole oggi denunciare la grave ed irresponsabile condotta posta in atto dalla società Brescia Calcio S.p.A. nei confronti degli allenatori e preparatori atletici in precedenza esonerati. Nonostante emerga dal sito ufficiale del Club la “sospensione di tutte le attività della Prima Squadra fino al giorno 28 marzo compreso”, il Brescia Calcio S.p.A. ha inspiegabilmente richiamato e convocato per domani mattina alle ore 9.00 al campo di allenamento di Torbole Casaglia i collaboratori tecnici, i preparatori e gli osservatori facenti parte degli staff di Mr. Fabio Grosso e di Mr. Eugenio Corini, già esonerati nel corso della stagione dal rendere le loro prestazioni. Tale convocazione appare del tutto illegittima e strumentale, nonché contraria al buon senso, alla correttezza e alla buona fede nell’esecuzione del contratto, tenuto conto della gravità della situazione che sta interessando proprio in questi giorni la provincia bresciana e considerata l’attuale sospensione degli allenamenti della prima squadra, in ferie sino al 28 marzo. La richiesta appare, inoltre, violativa delle disposizioni del DPCM del giorno 11/03/2020, come integrato dalla precedente normativa emergenziale, oltre che della normativa sulla sicurezza nei posti di lavoro ed espone i lavoratori ad inutili e gravi rischi per la salute propria e degli altri. L’AIAC stigmatizza e censura fermamente l’iniziativa del Club ed è accanto ai propri associati, preannunciando fin d’ora l’intenzione di intraprendere ogni iniziativa e denuncia alle autorità sportive e di sicurezza nazionale a fronte di una condotta che andrà valutata anche sotto il profilo dell’eventuale rilevanza penale. Si consiglia ai propri associati di rimanere ciascuno nelle proprie abitazioni finché non lo consentiranno il contesto normativo e le condizioni igienico-sanitarie ivi prescritte”.

17:58 – RIMANDATO IL MONDIALE PER CLUB. La Fifa ha disposto il rinvio del Mondiale per Club a data da destinarsi dopo lo spostamento di Europeo e Coppa America. Il torneo era inizialmente previsto per il mese di dicembre in Qatar.

15:15 – UFFICIALE: UEFA RINVIA EURO 2020 A 2021.

15:13 – UFFICIALE, RINVIATA LA COPA AMERICA. E’ ufficiale: il Consiglio esecutivo della Conmebol ha stabilito di rinviare al 2021 l’edizione della Coppa America che avrebbe dovuto svolgersi quest’anno, in Argentina e Colombia, dal 12 giugno all’11 luglio. Le nuove date, del prossimo anno, sono dall’11 giugno al 10 luglio.

13:00 – Anche la Russia dice stop al calcio. E’ arrivato il comunicato dalla RFU: “A causa della minaccia della diffusione dell’infezione da Coronavirus in Russia (2019-nCoV), sospende dal 17 marzo 2020 al 10 aprile 2020, inclusivamente, tutti gli eventi sportivi calcistici organizzati sotto gli auspici della RFU, comprese le competizioni organizzate/condotte dalle leghe, federazioni calcistiche regionali e loro associazioni”.

16 marzo 2020

12:30 – Tampone anche per Florenzi. Il Valencia fa visitare tutti i suoi calciatori

15 marzo 2020

10:59 – LA FIGC DONA 100.000 EURO ALLO SPALLANZANI.

10:50 – RONALDO CONVERTE I SUOI HOTEL IN OSPEDALI.

09:00 – DALL’INGHILTERRA: EURO 2020 SPOSTATO, MA A DICEMBRE. Lo spostamento di Euro 2020 è condizione necessaria per portare a termine i campionati sospesi dall’emergenza covid-19. Secondo quanto scrive il Telegraph, l’UEFA sta considerando di spostare il torneo; non però di un anno, come paventato, ma di 6 mesi, facendolo disputare nel mese di dicembre.

08:20 – NBA, UN TERZO POSITIVO AL CORONAVIRUS. Christian Woods dei Pistons era reduce da due prestazioni straordinarie: il massimo in carriera a quota 32 punti contro Philadelphia e, quattro giorni prima, una gara da 30 con 11 rimbalzi contro Utah. Che però potrebbe essergli costata cara.

8:45 – Positivo un altro calciatore della Sampdoria: si tratta di Bartosz Bereszynski.

17:40 – SAMPDORIA, DE PAOLI POSITIVO AL CORONAVIRUS. Il giocatore della Sampdoria, De Paoli, ha comunicato di essere positivo al COVID-19 sul proprio profilo Instagram.

17:20 – SERBIA, POSITIVO IL PRESIDENTE DELLA FEDERAZIONE. Positivo al coronavirus il presidente della Federazione Serba, Slavisa Kokeza. E’ stato lo stesso organismo che gestisce il calcio (ma anche gli altri eventi sportivi professionistici) in Serbia a diffondere la notizia della positività del presidente, tramite un comunicato apparso sui social.

16:50 – MANCHESTER CITY, IL CORONAVIRUS FA SLITTARE IL RICORSO A TAS DI LOSANNA. L’emergenza coronavirus fa slittare la sentenza sul ricorso presentato dal Manchester City al Tas di Losanna contro la condanna per avere violato le norme che regolano il fair-play finanziario. Il club inglese era stato sanzionato con due anni di divieto a partecipare ai tornei dell’Uefa.

15:57 – GENOA, SOSPESI GLI ALLENAMENTI. Il club rossoblù, dopo il comunicato diramato dai medici della Serie A, fa sapere di aver sospeso gli allenamenti a data da destinarsi. La ripresa era prevista per lunedì 16 marzo.

15:08 – FIORENTINA, IL MESSAGGIO DI CUTRONE SU INSTAGRAM. “Sto bene, mi raccomando seguite anche voi scrupolosamente le indicazioni che ogni giorno le istituzioni ci danno. #Ce la faremo!». Così Patrick Cutrone attraverso il proprio profilo Instagram.

14:58 – CORONAVIRUS, POSITIVO IL VICEMINISTRO DELLA SALUTE. Il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri è risultato positivo al test Coronavirus dopo esser stato alcuni giorni fa in contatto con un “sospetto positivo”. Lo rende noto lui stesso affermando di essersi messo in isolamento “appena mi sono accorto di avere dei sintomi”. “Ho seguito da subito tutti i protocolli come indicato dal ministero – aggiunge – Mia moglie ed il piccolo stanno ancora bene e, seppur nella stessa casa, abbiamo diviso gli ambienti”.

14:41 – SAMPDORIA, COMUNICATO DEL CLUB SUI PROPRI TESSERATI. “La Sampdoria comunica che, onde evitare fughe di notizie e inutili allarmismi, ha scelto di non dare più informazioni sui propri tesserati che, in presenza di lievi sintomi, sono stati sottoposti agli accertamenti previsti in merito al Coronavirus. L’unica notizia importante è che i ragazzi stanno tutti bene e sono nei loro domicili a Genova. In un momento così complicato per il nostro Paese e nel rispetto di chi sta operando in prima linea è doveroso non alimentare ulteriori preoccupazioni per situazioni sotto controllo”.

13:30 – INTER, RACCOLTA FONDI PER L’OSPEDALE SACCO DI MILANO. L’Inter ha lanciato una campagna di crowfunding per la ricerca sul Covid-19 dell’Ospedale Sacco di Milano. L’iniziativa si chiama “Together as a team”.

Inter

@Inter

💌 | DONAZIONE

Al via il crowdfunding dell’Inter per la ricerca sul Covid-19 dell’ospedale Sacco di Milano 👉 http://bit.ly/39QNP19 

Visualizza l'immagine su Twitter
570 utenti ne stanno parlando

13:30 – BRESCIA, SOSPESI GLI ALLENAMENTI FINO AL 28 MARZO. Il Brescia fa sapere che “Considerato il protrarsi della grave situazione legata al diffondersi del COVID 19, ha prolungato la sospensione di tutte le attività della prima squadra fino al giorno 28 marzo compreso”.

10:00Primo caso positivo in Bundesliga e altri contagiati nella Fiorentina.

13 marzo 2020

16:35 – BUNDESLIGA, RINVIATA LA 26^ GIORNATA: E’ UFFICIALE. La Bundesliga ha deciso di rinviare la 26^ giornata, inizialmente prevista a porte chiuse per questo weekend. Lunedì prevista una riunione per deliberare sulla sospensione del calcio tedesco fino al 2 aprile.

16:10 – IN ARRIVO AIUTI ECONOMICI DAL GOVERNO ANCHE PER LE SOCIETA’ DI CALCIO. Lo prevederebbe la bozza del decreto legge per fronteggiare l’emergenza Coronavirus atteso in un Cdm che dovrebbe tenersi tra sabato e domenica. Nella bozza verrebbero sospesi anche i termini relativi ai versamenti delle ritenute alla fonte. Per queste associazioni e società verrebbe inoltre istituito un ‘Fondo speciale per la concessione di contributi in conto interessi sui finanziamenti per l’impiantistica sportiva‘ con una dotazione di poco più di 26milioni di euro per lo storno della quota interessi sui mutui in essere per 12 mesi, a decorrere dal 1 marzo 2020.

15:00 – ROMANIA, CAMPIONATI SOSPESI FINOAL 31 MARZO. Dato il pericolo epidemiologico rappresentato dal virus COVID-19 e tenendo conto delle decisioni prese negli ultimi giorni dal Comitato Nazionale per le Situazioni di Emergenza Speciale, la Federazione calcistica rumena ha deciso di sospendere tutte le competizioni fino al 31 marzo 2020 .

14:57 – BARCELLONA, ATTIVITA’ SOSPESA. Dopo la decisione della Liga di sospendere il campionato per due giornate e quello successivo della Uefa, che ha rinviato il match del Camp Nou di Champions League con il Napoli, il Barcellona ha comunicato, su indicazione dello staff medico, che l’attività della prima squadra è sospesa fino a data da destinarsi.

FC Barcelona (from 🏠)

@FCBarcelona

Given the healthcare situation and according to the recommendations of the Club’s medical staff, the first team has suspended all activity until further notice.

Visualizza l'immagine su Twitter
1.397 utenti ne stanno parlando

14:50 – PREMIER LEAGUE, UFFICIALE LA SOSPENSIONE DELLE COMPETIZIONI. Con un comunicato, la Premier League ufficializza la sospensione di: Premier League, FA Cup, EFL e WSL.

Premier League

@premierleague

The Premier League, FA, EFL and WSL have collectively agreed to postpone the professional game in England

Full statement: https://preml.ge/hfjbr 

Visualizza l'immagine su Twitter
22.000 utenti ne stanno parlando

13:30 – PADERBORN, L’ALLENATORE SOTTOPOSTO AL TEST. Trema anche la Bundesliga, che per il momento ha confermato la 26^ giornata a porte chiuse. Come annunciato dal Paderborn, l’allenatore Steffen Baumgart è stato sottoposto al test del tampone per sospetto coronavirus. I risultati sono attesi entro il pomeriggio.

13:30 –  La Federazione calcio inglese ha deciso di rimandare anche le amichevoli contro Italia e Danimarca, in programma rispettivamente il 27 e il 31 marzo.Secondo quanto riporta una nota sul sito ufficiale della FA, i biglietti per le partite in programma a Wembley saranno rimborsati automaticamente entro 14 giorni, senza bisogno di contattare il servizio clienti.

12:59 – SCOZIA, SOSPESA LA SCOTTISH LEAGUE. Anche la Scottish Premier League, il massimo campionato scozzese, è stato sospeso “fino a nuove indicazioni”. La decisione segue quella della Federazione inglese, che in mattinata ha annunciato lo stop a tutto il calcio in Inghilterra.

12:15 – Anche in Inghilterra il calcio si ferma. La Premier League è sospesa fino al 3 aprile, così come anche le Coppe Nazionali.

Premier League

@premierleague

The Premier League, FA, EFL and WSL have collectively agreed to postpone the professional game in England

Full statement: https://preml.ge/hfjbr 

Visualizza l'immagine su Twitter
22.000 utenti ne stanno parlando

11:00 – L’Everton di Carlo Ancelotti, attraverso una nota ufficiale, fa sapere di aver iniziato a scopo cautelativo un periodo di quarantena dopo la sospetta positività di un membro della prima squadra. Ancora non si sa chi sia il giocatore in questione.

10:00 – Positivo il calciatore del Chelsea Hudson-Odoi.

Callum Hudson-Odoi

@Calteck10

Thank you for all your good wishes, as I said in the video I’m feeling good and hope to see you all soon!!🙏🏾❤️

Video incorporato

34.100 utenti ne stanno parlando

12 marzo

23:35 – Nuovo caso di positività al Coronavirus, questa volta in Premier League. Il tecnico dell’Arsenal Mikel Arteta è risultato positivo al tampone, ad annunciarlo è il club inglese tramite un comunicato ufficiale: “È chiaro che non saremo in grado di giocare alcuni incontri nelle date attualmente programmate. Aggiorneremo i tifosi che hanno i biglietti per le prossime partite con maggiori informazioni il prima possibile. Ora stiamo lavorando per rintracciare tutte le altre persone che hanno recentemente avuto stretti contatti con Mikel. Faremo sapere loro cosa è successo e dovrebbero seguire la guida del SSN che probabilmente raccomanderà l’isolamento”. Queste invece le parole del tecnico: “Questo è davvero deludente, ma ho fatto il test dopo essermi sentito male. Sarò al lavoro non appena mi sarà permesso”.

21:30 – Dopo la sospensione della maggior parte dei campionati europei, anche la Coppa Libertadores si ferma, insieme alle qualificazioni sudamericane ai Mondiali del 2022. Lo ha reso noto, tramite un comunicato, la Conmebol che si è rivolta a tutti i club coinvolti nella competizione. 

17:12 – Ufficiale il rinvio dei match di Champions League tra Manchester City e Real Madrid e tra Juventus e Lione.

16:20 – Si ferma ufficialmente il calcio in Olanda e Portogallo. Lo riporta Calciomercato.it.

UEFA

@UEFA

Following the quarantine imposed on players of Juventus and Real Madrid, the following matches will not take place as scheduled.

🏴󠁧󠁢󠁥󠁮󠁧󠁿 Manchester City – Real Madrid 🇪🇸
🇮🇹 Juventus – Olympique Lyonnais 🇫🇷

Further decisions on the matches will be communicated in due course.

Two UEFA Champions League matches postponed

www.uefa.com

3.641 utenti ne stanno parlando

15:20 – Dopo la notizia della positività di Gabbiadini al COVID-19, arriva il comunicato dell’Hellas Verona, ultima sfidante della Sampdoria: “Hellas Verona FC rende noto che, a seguito del comunicato di U.C. Sampdoria riguardo alla positività del calciatore Manolo Gabbiadini al COVID-19, viene sospesa ogni attività agonistica programmata sino a nuova comunicazione. Il Club gialloblù si sta attivando per predisporre tutte le procedure necessarie

Hellas Verona FC

@HellasVeronaFC

Comunicato ufficiale di Hellas Verona FC
Leggi qui ➡️ http://bit.ly/3cOXSpD 

Visualizza l'immagine su Twitter
31 utenti ne stanno parlando

15:06 – Positivo al COVID-19 un secondo calciatore dell’Hannover: si tratta di Jannis Horn.

Transfer News Live@DeadlineDayLive

BREAKING: A second Hannover 96 player, Jannes Horn, has tested positive for the coronavirus. (Source: BILD)

Visualizza l'immagine su Twitter
332 utenti ne stanno parlando

15:02 – Parla Brendan Rodgers, allenatore del Leicester: “Abbiamo avuto alcuni calciatori che hanno mostrato sintomi e segni (del Coronavirus). Abbiamo seguito le procedure e (per precauzione) sono stati tenuti lontano dalla squadra“.

Leicester City

@LCFC

Brendan Rodgers: “We’ve had a few players that have shown symptoms and signs (of coronavirus). We’ve followed procedures and (as a precaution) they have been kept away from the squad.”

Visualizza l'immagine su Twitter
2.671 utenti ne stanno parlando

13:29 – ROMA, RICHIESTA DI SOSPENSIONE DELLE COMPETIZIONI EUROPEE. La Roma ha pronta una lettera ufficiale da mandare alla Uefa per chiedere di bloccare le competizioni europee.

13:24 – JUVENTUS: “FORZA DANIELE, SIAMO UNA SQUADRA!”. “Siamo una squadra, forza Daniele!”: con questo messaggio social, la Juventus mostra pubblicamente solidarietà e vicinanza al suo giocatore Daniele Rugani, risultato positivo al Coronavirus ed ora in isolamento come tutti i suoi compagni e lo staff.

JuventusFC

@juventusfcen

We are a team. Forza, @danielerugani! 💪 https://twitter.com/DanieleRugani/status/1237897913977585666 

Daniele Rugani

@DanieleRugani

Avrete letto la notizia e per questo ci tengo a tranquillizzare tutti coloro che si stanno preoccupando per me, sto bene.
Invito tutti a rispettare le regole, perché questo virus non fa distinzioni! Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari e per chi ci circonda.#grazie

Visualizza l'immagine su Twitter
633 utenti ne stanno parlando

13:00 – CR7 IN QUARANTENA IN PORTOGALLO. Dopo la partita contro l’Inter, l’attaccante ha ricevuto tre giorni di permesso ed è volato a Madeira per stare vicino alla madre. Quando è arrivata la notizia della positività di Rugani al Coronavirus, CR7 si trovava già in Portogallo: resterà lì per tutta la durata della quarantena, in costante collegamento con lo staff medico della Juventus.

12:55 ANCHE LA UEFA SI FERMA. Champions League ed Europa League sospese. Lo scrive il quotidiano spagnolo Marca. Si attende l’ufficialità.

868 utenti ne stanno parlando

12:36 – FORMULA 1, POSITIVO MEMBRO DEL TEAM MCLAREN. La McLaren rinuncia a correre il GP di Australia: positivo al coronavirus un membro del team.

McLaren

@McLarenF1

McLaren Racing withdraws from the 2020 Formula 1 Australian Grand Prix.

Visualizza l'immagine su Twitter
Advertisement

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Il mio primo vero amore... un sogno vederlo sulla panchina della Roma come allenatore"

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Finire il vostre preoccupazioni d denaro stupido la mia offerta di prestito. Offro di 5000 ha 200 000 000 € un interessato del 3% per anno e-mail:..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Grande Barone! Iniziai allora a tifare la Roma, per la sua zona totale e quel genio di Falcao!"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da News