Resta in contatto

News

Calcagno: “Cancelliamo i match di pomeriggio e scendiamo in campo ogni tre giorni”

“Dobbiamo evitare le alte temperature pomeridiane di giugno e luglio e giocare su più giorni, credo sia interesse di sistema preservare i calciatori dal pericolo infortuni”

Il vicepresidente dell’Aic Umberto Calcagno ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Ha parlato di diversi temi tra cui quello legato ai nuovi orari delle partite di Serie A.

“Cancelliamo i match di pomeriggio, va preservata la salute degli atleti. Giocare alle 16.00-16.30 in certi periodi dell’anno diventa un problema non solo al Sud, ma anche altrove. E’ un modo per tutelare la salute dei calciatori, che saranno sottoposti ad un tour de force: impiegarli negli orari caldi potrebbe significare metterli ancora più a rischio. Abbiamo fatto una richiesta specifica alla Lega e speriamo di avere un riscontro: è opportuno evitare lo slot del pomeriggio, perché chiediamo di andare in campo ogni tre giorni ad atleti sottoposti a stress e reduci da un lungo periodo di inattività. Dobbiamo evitare le alte temperature pomeridiane di giugno e luglio e giocare su più giorni, credo sia interesse di sistema preservare i calciatori dal pericolo infortuni: ne risentirebbe anche lo spettacolo“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News