Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Mancini, Ibanez, Veretout e Diawara: gli incedibili di Paulo

L’italianizzazione di Fonseca passa anche per la “difesa” dei patrimoni giallorossi, quei calciatori che il tecnico ritiene incedibili

Oltre a Zaniolo e Pellegrini, l’allenatore ha sottoposto altri 4 nomi alla nuova proprietà: Mancini, Ibanez, Diawara e Veretout. “Teniamoli a tutti i costi“, questo il messaggio di Fonseca. Li ha cercati, lanciati e protetti. Rappresentano l’ossatura che proietterebbe la Roma nel futuro. Nella chiacchierata con Friedkin il tecnico ha strappato la promessa della loro permanenza, oltre a ricevere rassicurazioni personali dopo la tensione di fine agosto. La coppia Mancini-Ibanez è nata dopo il lockdown nella difesa a tre.

Nelle gare giocate insieme la Roma ha raccolto 13 punti su 18. Fonseca li vede titolari nel terzetto centrale con l’aggiunta di Smalling, ma è convinto che potrebbero rappresentare una valida alternativa anche con la difesa a 4. Anche Veretout e Diawara integrano ognuno le mancanze dell’altro. Al francese, spesso, viene chiesto di compiere un movimento ad elastico. Durante la scorsa campagna acquisti è stato lo stesso Fonseca, con una chiamata, a convincere il giocatore ad accettare la Roma. Anche Diawara si sente più forte sotto la cura del portoghese. Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa