Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “Ci è mancato qualcosa, ma la prestazione è stata ottima”

Il tecnico giallorosso ha parlato ai canali ufficiali della società dopo il 2-2 contro la Juventus Primavera

Alberto De Rossi, tecnico della Roma Primavera, ha parlato ai canali ufficiali della società dopo il pareggio per 2-2 contro la Juventus. Ecco le sue dichiarazioni:

Grande prestazione, manca il risultato pieno. Nei pareggi di questa stagione la costante è sempre questa.

“Il rammarico c’è per non aver raggiunto il risultato pieno. Però cosa dire ai ragazzi di questa prestazione? Hanno messo cuore, intensità, voglia, una grande partita, sono stati due volte sotto, ma nonostante questo l’hanno ripresa”.

Cosa è mancato, in particolare?

“Qualcosa è mancato. Se segni due gol e crei ancora tanto, qualcosa ti manca, ma oggi voglio sottolineare la grande prestazione dei ragazzi”.

Anche il calendario – per le squadre affrontate finora – dice che questa è una grande squadra.

“Lo dicono le prestazioni più che il calendario. I ragazzi ci stanno con la testa. Fanno gruppo, si collegano, giocano l’uno per l’altro. Ci mettono qualcosa di più”.

La capacità di reazione è un’altra cosa confortante in questa partita?

“Tra le tante buone, questa è quella che spicca di più. Non era facile, soprattutto dopo il gol nei primi istanti di gara. Stessa cosa nel secondo tempo, altro gol a freddo. Fattori che avrebbero potuto disturbare qualsiasi altra squadra. Non loro. I miei ragazzi sanno quello che vogliono”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera