Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma: sì di Maitland-Niles, ora l’Arsenal

Il giocatore ha accettato l’offerta giallorossa: ora si tratta con i Gunners

In casa Roma, dopo aver festeggiato Natale e Capodanno, non c’è tempo da perdere: i giallorossi sono al lavoro per preparare al meglio le due ardue sfide di gennaio contro il Milan (il 6) e la Juventus (il 9).

Il vertice tenutosi il 31 dicembre tra José Mourinho e Tiago Pinto ha fatto emergere l’importanza di apportare modifiche alla rosa il prima possibile per far sì che essa diventi competitiva e che la Roma possa combattere per le zone alte della classifica. La situazione non è facile, perché per acquistare servirà cedere gli esuberi, e in questo senso la posizione di giocatori come Santon, Fazio, Villar e Diawara sarà fondamentale.

L’obiettivo, al momento, è rinforzare la fascia destra: il nome individuato è quello di Maitland-Niles, per il quale la Roma sta trattando con l’Arsenal da giorni. I capitolini chiedono il prestito con diritto di riscatto, mentre i Gunners vogliono l’obbligo a 15 milioni di euro: Tiago Pinto non sarebbe però disposto a superare i 10 milioni.

Ieri il giocatore non è sceso in campo nella sfida contro il Manchester City: l’accordo fra lui e la società italiana è stato raggiunto – pronto un contratto quadriennale da 2,5 milioni di euro. Il piano B, in caso l’acquisto dell’inglese non dovesse avverarsi, sarebbe Almamy Touré dell’Eintracht Francoforte. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa