Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Tifo giallorosso alle stelle, parte l’assalto per Leicester

L’effetto-Bodo rischia di diventare una valanga. Di amore, passione, sentimenti giallorossi

L’effetto-Bodo rischia di diventare una valanga. Di amore, passione, sentimenti giallorossi. Perché l’Olimpico di giovedì è rimasto negli occhi e nei cuori di molti e perché il primo passo è stato l’assalto alla trasferta di Leicester. In tanti, infatti, hanno già prenotato i voli, senza neanche avere i biglietti in mano.

 Il 28 aprile, al King Power Stadium, la tifoseria romanista avrà a disposizione circa 1.600 biglietti per l’andata della semifinale, l’equivalente del 5% delle capienza totale del King Power Stadium (32.300 posti). I biglietti saranno messi in vendita subito dopo Pasqua e andranno esauriti in un batter d’occhio, non c’è rischio in tal senso. Per rispondere alla grande richiesta, sarebbero serviti molti più ticket, almeno 5-6mila.

E sarebbero sicuramente andati esauriti. Così, ci si dovrà accontentare, con la consolazione di andare a riempire l’Olimpico una settimana dopo, il 5 maggio, per la sfida di ritorno con la squadra di Rodgers. Già, perché per quella partita lì la Roma conta di fare un altro sold-out. A ieri, ad esempio, per la gara di ritorno la Roma aveva già venduto 17mila biglietti, tutti acquistati in fase di prelazione. Facile pensare che si andrà avanti ad un ritmo incessante e che i biglietti possano finire in tempo rapidissimo.

La Gazzetta dello Sport 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa