Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lukaku, gol qualificazione. Dybala flop, Roma (quasi) costretta al playoff

Non basta il vantaggio siglato da Romelu Lukaku: la Roma viene bloccata sull'1-1 in casa del Servette

José Mourinho avrebbe preferito evitare il sequel degli “Squali”, il dramma che la Roma ha vissuto nella scorsa stagione, classificandosi seconda nel girone e finendo per disputare i playoff di Europa League contro una delle terze classificate in Champions League, definite appunto “squali” dallo stesso allenatore portoghese.

Tuttavia, sembra inevitabile: la Roma, pur essendo qualificata, chiuderà con ogni probabilità dietro allo Slavia, a meno di miracoli, complicandosi nuovamente la vita.

Questa volta, i giallorossi hanno ottenuto un pareggio anziché una sconfitta, poiché il Servette è considerato meno competitivo rispetto ai cechi, ma il risultato è lo stesso: una squadra deludente e altalenante, con Dybala che, dopo la bella prestazione con l’Udinese, ha tradito le aspettative, sbagliando clamorosamente sotto porta in momenti cruciali della partita. Gli errori tecnici e tattici hanno pesato sulla prestazione e, di conseguenza, sul risultato. La Roma avrebbe dovuto vincere e segnare, ma ha registrato solo due tiri nello specchio, un dato significativo.

Nonostante un inizio promettente culminato con il vantaggio di Lukaku, la situazione si è complicata. La Roma ha impiegato un quarto d’ora per adattarsi agli avversari, più compatti e ordinati rispetto all’incontro precedente. Da ottobre, gli svizzeri non hanno più perso, accumulando sette vittorie e due pareggi, con 18 gol segnati e sei subiti. Numeri buoni, ma non sufficienti a confermare la trasformazione di una squadra che aveva subito una sconfitta pesante all’Olimpico all’inizio di ottobre. Lo riporta la Gazzetta dello Sport.

6 risposte

  1. e quegli altri hanno pareggiato.E che diamine e nemmeno a vincere con questi.Ma anche in surplace la devi portare a casa.Ed eri primo del girone

  2. Lukaku, ieri sera, non ha toccato palla. Se avesse sbagliato anche il tiro che ha procurato il goal, avrebbe fatto il pieno

  3. A parte i problemi di rosa, infortuni e quant’altro, qui il colpevole principale è sempre lo stesso…..ma guai a dirlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dall'arrivo di De Rossi sulla panchina della Roma Pellegrini è tornato il giocatore che tutti,...
Sei anni fa ci lasciava tragicamente Davide Astori, in quel maledetto 4 marzo del 2018...
De Rossi sta lavorando molto anche sull'aspetto mentale di ogni singolo giocatore per far tornare...

Dal Network

Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata storica...
Si affrontano due nazioni di grande tradizione, anche se negli ultimi anni il parco giocatori...
E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri, 1...