Resta in contatto

Approfondimenti

L’Identikit, Dawid Kownacki: il polacco classe ’97 pronto a sostituire Schick

Il giovane, classe 97, è il nome più accostato alla squadra giallorossa come successore di Patrick Schick

Dawid Kownacki: è questo il nome caldo del mercato giallorosso, quello che, secondo le varie indiscrezioni, sarebbe pronto a sostituire Patrick Schick, ormai sempre più vicino ad un ritorno alla Sampdoria, tramite la formula del prestito. E proprio dalla sponda blucerchiata arriverebbe il giovane attaccante polacco, classe 97. Cresciuto nel settore giovanile del Lech Poznan, esordisce in prima squadra a sedici anni, mettendo subito in mostra quelle che saranno le sue qualità principali: forza fisica (grazie a quasi 190 cm di altezza), e senso del gol. Con la squadra polacca ottiene, dal 2013 al 2017, 94 presenze e 21 gol, 12 dei quali siglati nell’ultima stagione.

Nell’estate del 2017 arriva il trasferimento a Genova a titolo definitivo: esordisce con la maglia blucerchiata in Coppa Italia, il 12 agosto contro il Foggia, presentandosi ai tifosi italiani subito con un gol. Fino ad oggi con la maglia della Samp ha totalizzato 29 presenze e 6 reti, 5 nella scorsa stagione e una in quella attuale. Presente anche nel giro della nazionale, milita ormai quasi stabilmente nella prima squadra, tanto da essere  inserito dal CT Nawalka, nella lista dei 23 convocati al mondiale di Russia 2018, unendosi ai suoi compagni di squadra Karol Linetty e Bartosz Bereszyński.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti