Resta in contatto

News

Florenzi: “Roma-Barcellona? Difficilmente la scorderemo, una cosa straordinaria”

Alessandro Florenzi è il protagonista del primo “Slide Show” di Roma Tv del 2019. 
Ecco le sue parole:

Napoli-Roma 2-4
“Venivamo da un momento difficile, ma con l’aiuto di tutti abbiamo fatto una grande partita, grande vittoria”.

Roma-Shakhtar Donetsk 1-0
“Partita importante, all’andata avevamo perso 2-1 e dovevamo vincere per forza. Strootman lancia di prima per Dzeko, scatta sul filo del fuorigioco e segna e c’ha portato a una partita dove la Roma era tanto che non ci andava, ovvero i quarti”.

Il gol di Manolas al Barcellona
“Quello che ha fatto Kostas rimarrà nella storia, è una partita che difficilmente scorderemo. Noi ci credevamo per quello che avevamo fatto a Barcellona, eravamo stati sfortunati e sapevamo che potevamo colpirli. Serviva la partita perfetta e così è stata, abbiamo fatto una cosa straordinaria”.

Florenzi con De Rossi abbracciati
“È l’esultanza con Daniele dopo aver compiuto l’impresa. Noi due vorremmo vincere qualcosa qui, quella partita in un certo senso è stata come una vittoria, l’ultima semifinale di Champions League era nel 1984, ti rendi conto di essere nella storia benché non sia un trofeo”.

I festeggiamenti negli spogliatoi
“Abbiamo buttato tutto quello che avevamo davanti a noi, sono festeggiamenti di un gruppo che si vuole veramente bene e vuole rivivere serate come quella”.

Mohamed Salah
“Ad Anfield ci ha fatto male, è stata una partita nata e siamo riusciti a renderla meno amara nel finale per poi nel ritorno avere l’amarezza di aver sfiorato l’impresa. Avessimo fatto meno peggio ad Anfield… Siamo stati fuori dai binari per ¾ di partita e ci hanno ammazzato dal punto di vista dell’aggressività, siamo risaliti all’ultimo”.

La Curva Sud a Roma-Liverpool
“Ricordo i momenti prima, ho conservate le immagini al telefonino del tragitto fino allo stadio, è stata una pagina brutta ma che porteremo sempre con noi, abbiamo sfiorato un miracolo, c’era tutto l’affetto dei 70.000 che erano allo stadio, è stata una bella serata pur non essendo arrivati in finale”.

Cagliari-Roma 0-1
“Vittoria importante che ci ha dato grandi punti, decisivo è stato Ünder. Se continua così, può fare grandi cose. Con tre competizioni, devi essere sempre concentrato e con questa vittoria abbiamo ipotecato la Champions”.

Roma-Juventus 0-0
“Avremmo voluto chiudere con una vittoria all’Olimpico, speriamo nel 2019 di fare cose veramente buone”.

De Rossi e Di Francesco in allenamento
“Quest’anno abbiamo leggermente cambiato filosofia di gioco, ma speriamo di fare altre grandi partite. C’è qualche accorgimento tattico che ha fatto in base agli uomini a disposizione e ha fatto bene, cosicché tutti possono essere nel loro ruolo. Ci manca molto Daniele, come capitano e come giocatore, con lui si gioca in 12, è quello che riesce a stare in difesa al momento giusto e far ripartire l’azione, speriamo che si riprenda presto e ci venga a dare un mano”.

La preparazione
“È stata diversa perché era la prima che facevo dopo due infortuni ed è stato bello stare subito in gruppo dall’inizio, è stato un bel periodo seppur faticoso. A Trigoria ci siamo trovati bene perché ci sono strutture di prima fascia e poi siamo a Roma, quindi se qualcuno vuole venirci a trovare può farlo”.

Torino-Roma 0-1
“All’ultimo grande azione di Kluivert ed Edin con un colpo da maestro ha segnato un grande gol”.

Il tacco di Pastore all’Atalanta
“Ne ha fatti due, per noi è un giocatore importantissimo e tra poco tornerà il Flaco che tutti conosciamo”.

Il gol di Florenzi contro l’Atalanta
“È la mia rete in una partita giocata male, dove eravamo sotto 3-1 e siamo riusciti a pareggiarla, è stato un bel segnale. Nella mia esultanza c’è un po’ di rabbia, un po’ di tutto, cerco sempre di dare il massimo quando gioco e quando si segna riesci a sfogare tutte le emozioni e spero di farne altri. Tuttavia, il mio apporto non mancherà mai”.

Real Madrid-Roma 3-0
“Una sconfitta un po’ troppo larga per quello che abbiamo costruito, ci hanno fatto un 3-0, una brutta batosta”.

Bologna-Roma 2-0
“Il punto più basso di questa stagione, non siamo praticamente scesi in campo ed eravamo reduci da risultati negativi. Non dobbiamo fare queste figure perché siamo la Roma e dobbiamo dimostrarlo partita dopo partita”.

Il tacco di Lorenzo Pellegrini al derby
“È stata la sua rinascita. Da lui tutti si aspettavano molto, ha avuto la nostra fiducia e questo gol ha cambiato le sue sorti, è rinato il Lorenzo che ha contributo a tante vittorie della Roma. Speriamo che il suo infortunio sia alle spalle. La Lazio è molto affiatata, è rimasta quella dell’anno scorso, sono un gruppo ben assortito, poi c’è il Milan, la Sampdoria per la Champions, noi però dobbiamo qualificarci”.

Roma-Viktoria Plzen 5-0
“In casa abbiamo fatto sempre grandi risultati con Di Francesco, a parte il ko contro il Real Madrid. Quando senti la musichetta, qualcosa ti scatta, poi ci sono diverse circostanze ma posso dire che è sempre bello giocare la Champions. Se vogliamo risentire la musichetta, dobbiamo arrivare quarti”.

Roma-SPAL 0-2
“Abbiamo giocato dopo la sosta e non siamo riusciti a fare quello che volevamo. Oltre il 70% del possesso palla ma non abbiamo concretizzato, non abbiamo fato risposte”.

Napoli-Roma 1-1
“Riusciamo quasi sempre a risorgere a Napoli, avevamo segnato e ci siamo difesi ma poi Mertens ha pareggiato nel finale, peccato sarebbero stati 3 punti pesanti”.

Fiorentina-Roma 1-1 con gol di Florenzi
“Il gol del pareggio, purtroppo ci hanno dato contro un rigore che non c’era ma nonostante questo siamo usciti imbattuti”.

Il gol di Manolas contro il CSKA Mosca
“Ci ha dato una grande mano per il passaggio del turno, dovevamo fare punti a Mosca e così è stato, siamo riusciti a raggiungere il primo obiettivo stagionale con gli ottavi di finale, per noi deve diventare un abitudine passare il girone e andare avanti”.

La Hall of Fame con celebrazione di Totti
“Questa foto parla da sola, dall’ultima partita con il Genoa a questo evento l’affetto della gente è rimasto immutato. Totti è il capitano della Hall of Fame, abbiamo un rapporto speciale che va al di là del calcio, è sempre il primo a fare colazione anche se a un tavolo distante, è sempre vicino a noi”.

Roma-Inter 2-2
“Un pareggio dove siamo andati due volte in svantaggio e non è stata una partita semplice e abbiamo tirato fuori tutto ciò che avevamo dentro. Abbiamo giocato bene pur non vincendo. Ci siamo buttati giù mentalmente in alcune partite, abbiamo reagito da squadra e non dovrà accadere di non reagire”.

Il ritiro
“Ci è servito per amalgamare il gruppo, per capire cosa non andava. Con il Viktoria Plzen non siamo andati bene, poi abbiamo reagito”.

Roma-Genoa 3-2
“Non una bella partita ma noi volevamo i tre punti e alla fine ci siamo riusciti, non avevamo bisogno di gioco ma di fare un gol in più dell’avversario”.

Juventus-Roma 1-0
“Li abbiamo messi sotto nell’ultima parte della gara ma non abbiamo concretizzato, meritavamo qualcosa di più”.

Roma-Sassuolo 3-1
“Partita vinta meritatamente, Schick e Zaniolo hanno fatto una grande partita, tutti hanno dato il loro contributo per la rincorsa al quarto posto. Nel 2019 dobbiamo avere più continuità e rigiocare la Champions”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News