Resta in contatto

Rassegna Stampa

Gazzetta dello Sport, “La maledizione della stella d’argento. Dal 2008 solo delusioni e figuracce”

La maledizione della Coppa Italia. Per alcuni sfortuna, per altri casualità.

Da quando la Roma è diventata americana, la Coppa Italia, che prima era un ancora di salvataggio per il club, è diventata una maledizione. In questi anni di dominio bianconero rimane l’obiettivo più facile da centrare.

A questa competizione sono collegate alcune delle più grandi disfatte della Roma: dalla finale del 2013 persa contro la Lazio, all’uscita anticipata agli ottavi contro lo Spezia di tre anni fa, fino ad arrivare alla sconfitta in casa contro il Torino dell’anno scorso. Vincere stasera, almeno per Di Francesco, significherebbe mettere a tacere la sua maledizione. Per quella dei capitolini, invece, serve ancora tempo.

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa