Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Conferenza stampa, Di Francesco: “L’Atalanta è una squadra insidiosa, ha tutte le carte in regola per lottare per il quarto posto”

Il tecnico giallorosso: “Sarà una partita difficile su un terreno difficile. Dzeko? Deve fare gol, ma è fondamentale per la squadra”

Giornata di vigilia per la Roma, che domani a Bergamo sfiderà l’Atalanta. L’allenatore della Roma, Eusebio Di Francesco, ha risposto alle domande dei giornalisti in conferenza stampa:

De Rossi è tornato ad allenarsi in gruppo, come ha reagito? Lo ritiene a disposizione?

Sono molto contento che sia tornato, in questo momento è a disposizione. Non ha i minuti nelle gambe ma ha risposto bene

Quali sono le insidie contro l’Atalanta?

Negli anni hanno costruito una squadra fisica, le insidie sono tantissime. Noi dovremo essere bravi a rimanere in campo con la stessa aggressività. Sarà una partita contro una squadra che con le grandi ha sempre fatto bene.

La soluzione vista contro il Torino, con Zaniolo a destra, può essere rivista domani?

Abbiamo avuto qualche problema in allenamento per Florenzi e Pellegrini. Devo valutare bene quale possa essere la formazione ideale, non è da escludere questa come la possibilità di vedere Kluivert in quella posizione

Dzek0?

Questa settimana si è allenato molto bene, sa che gli mancano i minuti. Ha bisogno di fare gol, ma è fondamentale per la squadra.

La Roma ha 4 diffidati, è un dato che influisce sulle scelte?

Non mi posso basare sulle diffide in questo momento, deve scendere in campo la squadra migliore

Karsdorp può fare tre partite di fila?

Secondo me si, sono in ballottaggio lui e Santon per la maglia da titolare.

L’Atalanta è un’avversaria per il quarto posto? Si può raggiungere l’Inter?

Noi dobbiamo cercare di arrivare quarti, l’Inter ha un bel vantaggio. Ritengo l’Atalanta una squadra molto temibile per il nostro obiettivo, ha tutte le carte in regola per ambire al quarto posto. In più oltre alla Coppe Italia non ha altre sfide.

Che idea ha di Mancini?

Puoi fare un’altra domanda, non parlo di giocatori che non fanno parte della Roma.

Nzonzi è pronto a partire dal primo minuto?

E’ un giocatore fisico che può essere molto utile. Si è allenato tutta la settimana e ha recuperato i problemi avuti in passato.

Alcuni giocatori come Coric e Luca Pellegrini hanno trovato poco spazio, c’è la possibilità di vederli andar via?

Stiamo facendo le dovute valutazioni, è normale che tutte le parti devono essere concordi. Per me sono giocatori importanti, ce li teniamo stretti fino a quando sono giocatori della Roma. DI questo però se ne occuperà Monchi, io mi devo occupare del campo, visto che questa settimana abbiamo tre sfide importantissime e delicate.

E’ una partita in cui conviene accettare il duello o spingere sulla qualità?

L’Atalanta ha tantissima qualità, sopratutto in attacco. Noi dobbiamo metterci qualità ma non possiamo indietreggiare da un punto di vista fisico: bisogna sfruttare gli spazi che loro ci lasceranno. Sarà una partita difficile su un terreno difficile.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News