Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

L’Edicola, Zaniolo sfida il suo passato per un posto in semifinale. Vida ad un passo dai giallorossi

Oggi scenderanno in campo Roma e Fiorentina: match valido per i quarti di finale di Coppa Italia. La chiusura del mercato si avvicina: Monchi spinge per Vida

Alle 18:15 il fischio d’inizio di Fiorentina-Roma, sfida valida per i quarti di finale di Coppa Italia. Di Francesco vuole la Coppa e per ottenerla dovrà uscirne vittorioso dal Franchi. Il tecnico giallorosso lavora sulla difesa per non subire gol: tornano Fazio e Manolas centrali, con Kolarov a sinistra e uno tra Florenzi e Santon a destra. Sulla mediana ci saranno sicuramente Cristante e Nzonzi (squalificati, salteranno il Milan domenica) mentre in attacco ballottaggio tra Schick e Dzeko, con il ceco favorito. Il posto da trequartista se lo contenderanno Pastore e Zaniolo. Quest’ultimo torna al Franchi per sfidare il suo passato e la squadra che lo ha scartato dalla Primavera. Per quanto riguarda i viola: il tecnico Pioli che, a differenza di Di Francesco, non ritiene obiettivo primario la Coppa Italia, schiererà il tridente Simeone-Muriel-Chiesa. Non solo la sfida di Coppa Italia, ma anche tra i due giovani talenti del calcio Italiano: Chiesa e Zaniolo.

Mancano poco più di 24 ore alla chiusura del mercato invernale. In entrata i giallorossi continuano a spingere per portare nella Capitale un difensore: nome più caldo quello di Demagoji Vida, croato vice-campione del mondo del Besiktas, a cui il ds Monchi ha offerto 7,5 milioni di euro per averlo subito. In uscita, invece, potrebbe partire Luca Pellegrini, destinazione Cagliari, mentre il Cardiff City ha offerto 33 milioni per Schick ma i giallorossi hanno rifiutato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti