Resta in contatto

Rassegna Stampa

Il Messaggero, “Roma, l’esonero che non c’è”

Esonero Di Francesco: non sarà decisiva la sfida con il Milan

Per molti è l’unico responsabile, per altri è uno dei principali e poi c’è anche chi crede che sia colpevole di niente o di poco. Si parla ovviamente di Eusebio Di Francesco, al centro di una bufera a causa dei risultati della sua Roma. Non è l’unico preso di mira, chiaramente, poiché le critiche investono anche i piani alti della società e gli stessi calciatori, che si sono beccati una bella dose di insulti e di accuse, a Trigoria e non solo. Kolarov e Manolas quelli più colpiti, se non altro per le loro reazioni (prima della partenza per Firenze) e dopo la sfida con la Fiorentina (direttamente rivolti al settore ospiti del Franchi). Monchi riconosce alcuni sui suoi errori, ma si aspettava qualcosa di più dai calciatori e ora non vuole abbandonare l’allenatore: chiede di arrivare a fine stagione per poi tirare le somme. Per ora si va avanti con DiFra, anche in caso di sconfitta con il Milan. Questo filtra dalla società: una mossa che dà forza al tecnico. Quest’impegno nobile non è detto che sarà possibile mantenerlo. Intanto l’asse Pallotta-Baldini è in continuo contatto con la base romana, il d.s. Monchi e il vice presidente Baldissoni. Paulo Sousa è sempre l’uomo buono per tutte le stagioni, così come Panucci e l’ideona per l’estate è Sarri.

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa