Resta in contatto

Rassegna Stampa

Il Messaggero, “Zaniolo, un gol pesante per prendersi il futuro”

Le parole del giovane giallorosso dopo il pareggio contro il Milan e in riferimento quanto accaduto a Firenze

Ora manca il gol in trasferta. Zaniolo sta diventando pian piano grande e quella reazione rabbiosa dopo la rete del pari, quell’urlo a quella Sud semivuota, sono stati degli inviti a non essere abbandonati, a essere capiti e incitati in un momento di difficoltà, nonostante la figuraccia di Firenze. Lui si è esposto, lui che ha solo diciannove anni e ha cominciato questa stagione quasi come ultima ruota del carro e che ora si ritrova a tirare il gruppo. Ora Zaniolo è dentro la Roma, se la deve solo prendere. Terzo gol in giallorosso, terzo gol all’Olimpico. Terzo gol pesante. Dal carattere al campo, Zaniolo è il più giovane calciatore ad aver segnato i suoi primi 3 gol con la maglia della Roma in Serie A (19 anni e 7 mesi) dai tempi di Francesco Totti. A fine partita il centrocampista si è calato nei panni del veterano: «Meritavamo di più, ci sono state occasioni nitide per segnare e non ci siamo riusciti. Nulla però è da buttare, la prestazione c’è stata e venerdì c’è un’altra partita da vincere, a Verona contro il Chievo. La figuraccia con la Fiorentina è dimenticata? Dobbiamo dimostrare che in Coppa è stato solo un caso, dobbiamo lavorare per arrivare in Champions, che per noi è un obiettivo importante. Di Francesco ci ha spronato».

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa