Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Femminile

Roma Femminile, Bavagnoli: “Non voglio che le mie ragazze pensino di essere già qualificate”

“Partita molto impegnativa”

Elisabetta Bavagnoli, Coach della Roma femminile, ha parlato a Roma Tv direttamente dallo stadio Tre Fontane, a poco più di un’ora dalla sfida di Coppa Italia contro la Roma CF. Queste le sue parole:

Sarà una partita molto impegnativa, incontriamo una squadra determinata e organizzata, non voglio che le mie ragazze pensino di essere già qualificate. Dobbiamo continuare il nostro percorso di crescita e arrivare in semifinale, un obiettivo importante. Il turnover? Credo che sia anche dovuto perché abbiamo avuto tanti infortuni che mi hanno costretto a cambiare delle pedine. Ma nel nostro percorso vogliamo vedere anche la crescita delle altre calciatrici, quelle che hanno giocato meno. Sarà un bel banco di prova anche per loro. La sinergia con la Prima squadra e la tifoseria di Roma? Lunedì all’Olimpico è stata l’ennesima riprova di quanto sia meraviglioso provare determinate sensazioni a Roma, i tifosi ci hanno accolto bene, non è così scontato. Al Tre Fontane c’è sempre tanta gente che crede in noi, i tifosi ci fanno sentire sempre il loro sostegno ed è una cosa meravigliosa. Come potrei ritenermi soddisfatta a fine stagione? Questo quarto posto che abbiamo raggiunto non era per niente scontato. Se concludessimo la stagione in questa posizione sarei veramente soddisfatta, non scordiamoci il valore delle tre squadre avanti a noi. Per il futuro sarebbe ancora meglio alzare l’asticella, abbiamo dimostrato di poter fare bene, grazie a questa fantastica società. Più facile lo scudetto della Roma maschile o della Roma femminile? Sono molto vicina alla Roma maschile e posso assicurare che la pazienza e il lavoro che sta svolgendo Di Francesco insieme alla società porterà i suoi frutti. Per quanto riguarda noi, lo scudetto non è impossibile, ci proveremo. Bartoli? Non posso schierarla, non ce la fa. Il Capitano dà tante garanzie, ma chi la sostituirà farà benissimo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Femminile