Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Empoli, Iachini: “Ritrovo Ranieri, per me è stato un maestro”

“Per Di Francesco mi dispiace molto. Nel calcio sono gli allenatori a pagare”

Beppe Iachini, ha parlato ai giornalisti in vista della prossima sfida di campionato, contro la Roma

Per Di Francesco mi dispiace molto. Nel calcio sono gli allenatori a pagare. Ritrovo Ranieri, per me è stato un maestro. E’ un grande tecnico e un grande uomo. Ranieri  è molto determinato: la Roma inizia un nuovo corso con un allenatore bravo”. Poi Iachini torna sulla sua squadra: “I gol presi? Concediamo poco ma ne prendiamo tanti. La squadra è cresciuta ma i numeri parlano: in certe situazioni basta pochissimo per vanificare tutto: ad esempio la gara col Parma. I miei tre difensori sono stati bravissimi, ma abbiamo concesso sulle palle inattive. Dobbiamo essere più furbi e smaliziati. Alzare il livello di attenzione è fondamentale e dobbiamo crescere in fretta”.

Il tecnico dell’Empoli poi ha continuato: “Il cambio in panchina porta sempre una scossa emotiva. Ne ho parlato coi ragazzi, serve una grande partita. La Roma ha delle assenze, ma in una squadra del loro livello vuol dire poco, se manca un giocatore ne entra uno dello stesso livello. Dovremo avere grande personalità. Giocare in posticipo? Non cambia nulla, pensiamo a noi, dobbiamo spingere al massimo fino all’ultima giornata, insistendo dove c’è da migliorare limitando gli errori. Non so come giocherà la Roma. Rispettiamo molto i nostri avversari, sappiamo che possono crearci molti pericoli”.

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News