Resta in contatto

Approfondimenti

L’Avversario, Il Napoli verticale di Ancelotti e la ricerca continua di una dimensione europea

Concentrati sull’Europa League ma con la voglia di confermare il secondo posto in campionato

La stagione del Napoli

Ventotto partite giocate, 18 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte condite da 52 gol fatti (terzo attacco del campionato insieme alla Roma) e 23 gol subiti (seconda miglior difesa del campionato). Sono i numeri del Napoli di Carlo Ancelotti, importanti sì ma mai in grado di insidiare il solido e tirannico primato della Juventus capolista, lontana di 15 lunghezze. A guardarsi indietro il vantaggio sembra piuttosto sicuro, sono 7 i punti dall’Inter di Spalletti, 9 dal Milan e 13 dalla zona Europa League attualmente ricoperta dalla Roma.

In Europa il cammino della Champions League li ha messi davanti ad un girone di ferro con Liverpool e Paris Saint-Germain, oltre che alla Stella Rossa di Belgrado. Retrocessi al termine del girone in Europa League. Il club partenopeo sta proseguendo trionfalmente il proprio cammino in Europa League, diventato unico vero e proprio obiettivo di stagione. In Coppa Italia invece il cammino si è bruscamente interrotto ai Quarti di Finale contro il Milan trascinato dal neo-acquisto Piatek.

Numeri e statistiche

Nelle ultime 6 partite il Napoli ha vinto tre volte, perdendo in due occasioni e pareggiando una partita. Le vittorie sono arrivate a Parma (0-4) e in casa con Salisburgo (3-0) e Udinese (4-2). L’unico pareggio è maturato al Mapei Stadium contro il Sassuolo di De Zerbi (1-1). Le due sconfitte invece sono dovute alla Juventus di Cristiano Ronaldo corsara al San Paolo(1-2) e allo sciagurato ritorno di Europa League contro il Red Bull Salisburgo (3-1).

Il Napoli in 40 partite ufficiali disputate tra Serie A, Champions League, Europa League e Coppa Italia ha totalizzato 70 gol, con una media pericolosità media di 17.4 tiri a partita e un possesso palla del 55.7%. Ottima accuratezza nei passaggi, nonostante la verticalità assunta dal cambio di allenatore tra Sarri e Ancelotti con una percentuale di successo pari a 86.4%.

La formazione anti-Roma

L’emergenza infortuni colpisce anche il Napoli, che probabilmente si presenterà allo Stadio Olimpico con uno speculare 4-4-2. In porta Meret, sulle corsie difensive Hysaj e Mario Rui verso una maglia da titolare, al centro della difesa la coppia Maksimovic-Koulibaly. Sulla linea di centrocampo Allan e Ruiz a protezione della zona centrale, con Verdi e Callejon candidati per essere le spine nei fianchi di Santon e Kolarov. In attacco Mertens e Milik.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Approfondimenti