Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

L’Ambasciatore del Qatar: “Siamo felici per la sponsorizzazione con la Roma, sono un tifoso”

“Possibile acquisto? Tutto è possibile”

L’ambasciatore del Qatar in Italia, Sua Eccellenza Abdulaziz Ahmed Almalki Aljehni, è stato intervistato da Affari Italiani dopo la presentazione del logo del Mondiale in Qatar nel 2022. Queste le sue parole:

Ci sono degli ottimi rapporti tra di noi ed il sindaco di Roma, ci siamo incontrati svariate volte. Stiamo tutt’ora lavorando a diversi progetti che coinvolgono noi come ambasciata, la città di Roma e l’emiro del Qatar. Questi progetti riguardano principalmente l’ambito culturale e sono sicuro che nel breve futuro riusciremo a concluderli e presentarli a stampa e romani”.

Ed è proprio la sponsorizzazione di Qatar Airways alla Roma a stare molto a cuore all’ambasciatore Aljehni…
“L’ambasciata è molto felice di questa sponsorizzazione e di questo rapporto che si è instaurato tra l’AS Roma e la nostra nazione diversi anni. In più a me personalmente piace la Roma, sono un loro tifoso e quindi sono doppiamente felice per questo legame”.

Ma la vera bomba che lancia l’ambasciatore qatariota riguarda proprio il possibile acquisto della Roma da parte del Qatar…
“Tutto è possibile. Al momento non sono a conoscenza se c’è in ballo qualcosa tra la Roma ed il Qatar ma se in futuro ce ne sarà la possibilità, la mia nazione coglierà l’occasione. Lo stato è molto attento ad investire nei progetti dove c’è dietro un forte potenziale, in qualsiasi ambito. Che siano in campo sportivo, industriale, economico o militare non fa differenza perché noi lavoriamo sotto ogni tipo di aspetto. Se l’acquisto della Roma sarà un buon affare, il Qatar farà la sua proposta”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News