Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Istanbul Basaksehir, Arda Turan condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere

Accusa di detenzione illegale d’arma da fuoco utilizzata a scopo intimidatorio in una discoteca sul Bosforo

L’ex calciatore di Barcellona e Atletico Madrid, attualmente in forza al Basaksehir di Istanbul (rivale della Roma in Europa League), è stato condannato a 2 anni 8 mesi e 15 giorni di prigione per detenzione illegale d’arma da fuoco e per aver sparato con l’intento di intimidire e provocare panico. Turan è stato invece assolto dall’accusa di molestie sessuali. Lo riferiscono media locali, secondo cui la pena è stata al momento sospesa.

Il caso risale allo scorso ottobre, quando il giocatore fu coinvolto in una rissa in un night club della metropoli sul Bosforo con il cantante Berkay Sahin per alcuni apprezzamenti indesiderati alla moglie di quest’ultimo, Ozlem. Il musicista aveva riportato la rottura del setto nasale e Turan lo aveva seguito fino in ospedale, dove aveva esploso alcuni colpi di pistola, che secondo la difesa del calciatore erano però partiti accidentalmente.

Per l’ex capitano della nazionale turca si tratta dell’ultimo episodio negativo, dopo essere stato coinvolto negli ultimi anni in un’aggressione verbale con minacce a un giornalista e aver ricevuto una maxi-squalifica di 16 giornate in Turchia per aver spintonato un guardalinee e ingiuriato un arbitro.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News