Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma macchina da gol

I giallorossi ballano ancora in difesa. Ora testa al Bologna

Una Roma non bellissima ma concreta fatica il giusto per avere la meglio di un avversario più debole ma che non doveva essere preso sottogamba. Alla fine la differenza l’ha fatta il maggiore tasso tecnico dei giallorossi.

In uno scenario dove le squadre avversarie la lasciano ripartire, la Roma diventa una macchina da gol, anche se poi non sempre riesce a capitalizzare la mole di gioco creata. In difesa, anche contro una squadra oggettivamente modesta, i giallorossi continuano a ballare e si salvano un po’ per l’attenzione di Pau Lopez, un po’ per la pochezza dell’attacco ospite: lì Fonseca deve ancora lavorare tanto.

Il portoghese può invece sorridere per il secondo tempo di Zaniolo, che propizia il 2-0 di Dzeko e timbra il cartellino per il tris. Perla finale di Kluivert per un 4-0 che vale la testa del girone insieme al Wolfsberger. E ora la trasferta a Bologna, in cerca di conferme. Lo scrive oggi Il Tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa