Resta in contatto

Rassegna Stampa

Nicolò senza limiti: Mancini gli ha ridato l’Italia, ora Zaniolo vuole anche i gol

L’azzurro riconquistato e un gol che manca da quasi 7 mesi

Nicolò Zaniolo, reduce dal debutto in nazionale dal primo minuto, tornerà oggi a Trigoria per preparare la sfida di domenica con la Sampdoria. Meteo permettendo visto che la gara di Genova è a forte rischio rinvio a causa del nubifragio previsto nei prossimi giorni.

In questi giorni il talento romanista ha ritrovato il sorriso, perso dopo l’ultima esclusione del ct Mancini per motivi disciplinari. Zaniolo ha giocato, in maglia numero 16, un’ora contro il Liechtenstein anche se non si sono registrati punti interessanti.

Quello che si aspetta Fonseca visto che Nicolò è uno dei pochi titolari a non avere problemi fisici. Il gol in campionato manca dal 3 aprile scorso contro la Fiorentina. I pali con la Lazio e i miracoli di Olsen gli hanno strozzato l’urlo in gola, ma ora il portoghese ha bisogno del suo contributo sotto porta anche perché dovrà fare a meno di Dzeko.

Da decidere il ruolo: trequartista o esterno a destra? Fonseca lo preferisce più defilato, ma l’emergenza potrebbe costringerlo ad impiegarlo al centro. Proprio le tante assenze e il turn over limitato rappresentano una chance importante per l’ex interista chiamato a rispondere alle bacchettate di Petrachi, Totti e Cassano. Lo riporta Leggo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa