Resta in contatto

News

Batistuta: “Quando giocavo per la Roma sembravo nato lì per quanto davo” (VIDEO)

Le parole dell’ex Roma e Fiorentina durante la “Festa del Cinema”

Gabriele Omar Batistuta in questi giorni è alla “Festa del Cinema” per presentare il documentario a lui dedicato “El numero nueve”. L’argentino ha parlato durante la conferenza stampa di presentazione. Queste le sue parole:

Sul passaggio da Firenze a Roma.
“Sono sempre stato trasparente con la gente, ho detto ai tifosi perché andavo a Roma: Firenze mi ha capito, io ho continuato ad amarla. Mi sono imposto il professionismo, quando giocavo per la Roma sembravo nato lì per quanto davo”.

Sul gol contro la Fiorentina.
“Le lacrime raccontano che ho dato tutto. In quel momento dovevo fare il massimo per la Roma, ero come un impiegato che lavorava.”

Sulla Roma e la Fiorentina.
“Quando i giallorossi e i viola torneranno a vincere? Non è facile, è un percorso che va fatto. Ci sono tante componenti che fanno sì che una storia abbia successo. Possono? Sì, possono tornare a vincere. È facile? No, dico di no. A Firenze ora c’è molto entusiasmo, ma senza lavoro non basta”.

Su Totti e De Rossi.
“Daniele sta vivendo emozioni uniche al Boca. Purtroppo abbiamo perso il doppio Superclasico di Libertadores. Ma resta un’esperienza unica che è riuscito a fare prima di smettere. Totti è stato nel calcio per oltre vent’anni, ed è stato Totti. È dura capire che non lo sei più. Io sono stato fortunato, tra virgolette, perché le mie caviglie mi hanno aiutato a convincermi. Lui sentiva di poter ancora giocare, non ai livelli della Serie A, ma poteva altrove. Non mi sento di potergli dare consigli che possono aiutarlo. Io ho cercato altre vie. Sono andato in Argentina, mi sono messo in campagna, ho fatto crescere i miei vitelli, ho provato a prendere il brevetto di pilota di aereo. C’è una vita oltre il calcio”.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Rosa66
Rosa66
9 mesi fa

Grande re leone

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grande re leone

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grande Bati….ma pijavi12 miliardi l’anno…volevo pure vede’se nn davi il fritto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Non ti dimenticheremo mai!

trackback

[…] – Alla Festa del Cinema di Roma, a margine della presentazione del documentario su di lui, le dichiarazioni di Gabriel Batistuta. Le parole di Nainggolan sul suo passato a […]

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Co sti morti……che malinconia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Sei stato il nostro Messia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Il Re Leone ? Pure adesso ti vorrei in campo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Il mio amore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Ciao RE LEONE

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grande Re Leone?❤

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

?❤

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Come ti ricordiamo con grande nostalgia….si hai ragione quanto impegno ci hai messo e con quali risultati! Buona vita Re Leone!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grande Bati…..C’hai regalato un sogno e tante magie….Il GOL contro la Fiorentina ( la Tua amata Viola) è stato quello che ci ha dato la consapevolezza, che era l’anno buono. Vallo a far capire ai calciatori di oggi, cosa significa dare tutto….

Advertisement

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Un grande capitano... giallorosso fino al midollo"

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "L'anima della Roma"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Barone vattene in pensioneeee! Aaa' trucido!😆"

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Grande uomo e grande calciatore, purtroppo nel calcio di amici veri c’è ne sono pochi.... e quel qualcuno che ancora vive a Trigoria non ti ha mai..."
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da News