Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Giannini: “Mancini a metà campo è stata una mossa geniale”

Giannini

L’ex giocatore e capitano giallorosso: “Mi dà l’impressione di essere un ragazzo a cui piace spendersi per i compagni. Sulla linea difensiva, è leggermente frenato”

Giuseppe Giannini, ex capitano e bandiera giallorossa,ha parlato ai microfoni di Sky Sport soffermandosi sulla situazione della Roma dopo il doppio successo con Milan e Udinese. Queste le sue parole:

Quando una squadra si ritrova, il merito è dell’allenatore?
“Sì, credo di sì. Anche delle vittorie: quando vinci partite come quella contro il Milan, con tantissimi problemi di formazione, hai l’autostima per poter credere in quel che stai facendo e nell’allenatore. I valori di Fonseca sono sotto gli occhi di tutti. L’intuizione di Mancini a metà campo credo sia geniale”.

Più adatto lì che in difesa?
“Vedendolo giocare, mi dà l’impressione di essere un ragazzo a cui piace spendersi per i compagni. Sulla linea difensiva, è leggermente frenato. Lì sta facendo molto bene, sta convincendo tutti. Merito dell’allenatore”.

Si può puntare su Pastore?
“La situazione ha portato l’allenatore a inserire Pastore per 3-4 partite di seguito, lui è stato bravo a dimostrare che non è finito. Si sente questa fiducia che Fonseca gli ha riconosciuto, essendo un giocatore molto bravo tecnicamente non credo abbia dimenticato come si giochi a calcio e lo sta dimostrando”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News