Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Poche idee, tanta stanchezza. La Roma si ferma anche a Parma

Secondo stop di fila tra campionato e coppe

La Roma scivola al Tardini e questa volta la caduta è davvero dolorosa. Con questa sconfitta i giallorossi si trovano al sesto posto, fuori dalla zona Champions, scavalcati da Lazio e Cagliari ed è il secondo capitombolo in pochi giorni, dopo quello in Germania in Europa League. Fonseca decide di non fare turnover e la condizione è precaria, la Roma paga la stanchezza ma anche la mancanza di idee e di saggezza nella gestione della partita.

Il Parma, pur in emergenza infortuni, è determinato e sale all’ottavo posto in classifica. I giallorossi soffrono le ripartenze del Parma trascinato da un Kulusevski imprendibile, sotto di un gol la squadra di Fonseca non reagisce e si assiste al crollo fisico, è sempre il Parma a rendersi pericoloso. Lo scrive La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa