Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Roma Primavera

De Rossi: “Dobbiamo smetterla di complicarci le partite”

Il tecnico della primavera: “Ora testa alla sfida di campionato contro il Cagliari. Non sarà una sfida semplice, hanno un gran bel settore giovanile”

Alberto De Rossi, allenatore della Roma Primavera, ha parlato a margine della sfida di Coppa Italia vinta con il Napoli 4 a 1. I giallorossi, con la vittoria di oggi, volano ai quarti di finale dove affronteranno l’Atalanta. Queste le parole del tecnico a Roma TV:

E’ stata una gara più complicata del previsto?
“Purtroppo dobbiamo smetterla di complicarci le partite, è una cosa che facciamo spesso e noi abbiamo giocatori che hanno un bagaglio tecnico che deve permettere loro di sbagliare poco”.

Un match che poi non è stato più in bilico…
“Sì, ma i primi 25′ vanno analizzati, dopo la partita ha preso la giusta direzione. Non è finita la partita appena è finita, la gara ci serve per continuare a formare i ragazzi e oggi qualcosa da registrare c’è”.

Ora affronterete nei quarti di finale l’Atalanta. Cosa si aspetta?
“Adesso l’Atalanta è una squadra forte, soprattutto nell’ultimo anno ha vinto tutto, sta facendo molto bene, è forte anche nella competizione internazionale. Sarà una grande bella partita, speriamo di togliere loro altri punti dopo quelli del campionato. Faremo le nostre valutazioni, incontriamo l’Atalanta e rischiamo di uscire perché sono forti, ma se passassimo sarebbe una soddisfazione unica”.

Adesso ci sarà l’ostacolo Cagliari in campionato…
“Anche l’anno scorso ha fatto molto bene, ha fatto i play-off ed è una realtà che punta molto sul settore giovanile, hanno una squadra competitiva”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Roma Primavera