Resta in contatto

Rubriche

I giocatori della Roma esultano per l’ultima vittoria dell’anno: ecco la social room giallorossa (FOTO)

Vittoria a Firenze e ora breve vacanza e tanta soddisfazione

I giallorossi nella serata di ieri hanno espugnato l’Artemio Franchi di Firenze vincendo per 1-4 contro i Viola di Vincenzo Montella. Nella giornata di oggi sono continuati i messaggi sui social per esternare la soddisfazione di un percorso ottimo da parte dei giallorossi.

Jordan Veretout, centrocampista della Roma, ha festeggiato anche sul proprio profilo Twitter la vittoria di Firenze: “Un altro passo avanti, tre punti pesanti in uno stadio che conosco molto bene. Il modo migliore per passare un Natale“.

Javier Pastore manca dal campo dalla partita contro il Parma del 10 novembre scorso. L’argentino, fermato da un problema all’anca, tornerà nel 2020. Nel frattempo ha rilasciato un’intervista a Telefoot, nella quale ha parlato della sua nuova esperienza con la Roma, ma soprattutto della sua precedente avventura al Paris Saint-Germain. Ecco un’anticipazione delle sue dichiarazioni: “Il Colosseo è come la Tour Eiffel, ci passi accanto tutti i giorni e ogni volta è qualcosa d’incredibile. Dal primo momento a Parigi ho avuto un rapporto molto stretto con i tifosi. Non so se sia riuscito a fare tanto per restituire l’affetto ricevuto“.

Settimo gol in campionato, decima rete stagionale (in 22 presenze totali) tra Serie A e Europa League. Edin Dzeko ha voluto celebrare così la vittoria del Franchi e la fina dell’anno solare che la Roma chiude al quarto posto in solitaria.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Bello finire l’anno cosi ?❤️⚽️ Ci vediamo nel 2020 ?

Un post condiviso da Edin Dzeko (@ed_dzeko) in data:

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rubriche