Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Il sacco di Roma

Nonostante le difficoltà iniziali, la Juve si conferma la squadra da battere anche per questo campionato. Girone concluso in testa, anche se con non pochi problemi

La Juventus campione d’inverno è un pugno sbattuto sul tavolo della lotta scudetto: saranno in corsa anche Inter Lazio ma poi in testa ci sono sempre loro. Negli otto scudetti precedenti già sei erano stati preceduti dal platonico titolo di metà stagione.

Sarà che la Roma è con la testa tra le nuvole da un po’, ma la Juventus sta crescendo. Partita di grande intensità e di scontri dolorosi, con entrambe le squadre che hanno lasciato sul campo giocatori importanti e pagato un caro prezzo: Demiral per i bianconeri e Zaniolo per i giallorossi. Lo scrive La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa