Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, un corso di formazione

Con la Lazio torna Perotti

Fuori a gennaio della Coppa Italia come l’anno scorso. Il ridimensionamento della Roma c’è e si vede ancora di più nella settimana che porta al derby. Questo gruppo non è da vertice, anche se ha riconquistato il quarto posto in classifica. La distanza dalle big è stata certificata contro la Juventus anche se il distacco di 13 punti avrebbe dovuto cancellare ogni dubbio già prima dei tre gol. Fonseca ha ammesso che la rosa non ha la qualità delle grandi e ormai ne ha preso atto. La Roma non è riuscita a vincere contro le migliori della Serie A e su 11 successi conquistati, 10 sono contro 10 delle ultime 11 in classifica. La vittoria più significativa è quella contro il Milan.

Per quanto riguarda Diawara il club giallorosso al momento sceglie una terapia conservativa puntando ad evitare l’intervento chirurgico, così il recupero sarebbe più veloce, 30 giorni. Urge comunque il doppio acquisto. Il tecnico può recuperare Perotti che si unirebbe a Dzeko, Kalinic, Under e Kluivert. Fonseca è deluso dal rendimento nella finalizzazione dei suoi interpreti: solo 8 reti per Dzeko che ha 9 colleghi davanti nella classifica marcatori. Fonseca è pronto a prendere in considerazione lo spostamento di Mancini a centrocampo per il 4-1-4-1 come è successo per 6 partite in autunno. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa