Resta in contatto

Rassegna Stampa

Pellegrini saluta e guarda oltre: “Ale è come un fratello, ora battiamo il Sassuolo”

Il numero 7 giallorosso saluta il suo compagno, ma pensa già alla prossima sfida contro la sua ex squadra, il Sassuolo. E su Fonseca: “E’ un uomo vero”

Dopo l’addio di Florenzi, l’unico romano rimasto in prima squadra è Pellegrini. Il centrocampista, ventitreenne ma già leader, ha parlato dell’addio del suo concittadino: “Quando va via un fratello è un momento triste, lui è stato eccezionale”

Il giovane talento però ha già la testa a sabato, quando sfiderà la sua ex squadra, il Sassuolo: “Loro cercano sempre di dominare le partite, hanno un gioco rischioso. Io, a Sassuolo, mi sono formato ed ho lasciato tanti amici ma voglio vincere”Il numero 7, inoltre, elogia anche mister Fonseca: “E’ un uomo vero che dice sempre quello che pensa”. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa