Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Fonseca non molla: “Roma, sei da Champions”. Ma l’Olimpico ora è un tabù

Il tecnico giallorosso manda un messaggio alla proprietà

L’allenatore è equilibrista per natura. Deve camminare sopra il filo che separa verità lecita da quella inconfessabile, soppesando parole che un giorno, puntuali, potrebbero tornargli indietro come pallottole. Questa volta Fonseca ha cercato di tendere una rete di protezione sotto di sé. Qualcosa che, se la Roma non riuscisse a invertire la rotta, possa proteggerlo dall’urto della delusione di una piazza che sa essere anche feroce. Per questo cancella la parola fallimento mentre rafforza il mantra quotidiano: la squadra giallorossa può ancora arrivare in Champions.

Queste le sue parole in tal senso: “Io credo che sia possibile e non ho mai pensato di non arrivare quarto. Devo essere il primo a crederci per far sì che ci credano i giocatori. Ma se non accadesse, non sarebbe un fallimento. Come tutti hanno detto, questo è un anno zero. Abbiamo cambiato tutto. Mi ricordo che quando Klopp è arrivato al Liverpool è arrivato ottavo nella prima stagione. E nella Lazio da quanti anni Inzaghi è in quella squadra? Lo stesso Gasperini. Questo invece è un anno di cambiamenti alla Roma“. Lo scrive “La Gazzetta dello Sport”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa