Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Silipo: “Essere romanisti e trovarsi a Trigoria è il massimo. Un ritorno a Roma? Non dipende da me”

Il giovane centrocampista classe 2001, in prestito al Palermo: “A casa ho la maglia di Totti. Appena sarà famoso gli chiederà di firmarmela”

Andrea Silipo, giocatore del Palermo in prestito dalla Roma, ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport. Ecco un estratto delle sue parole:

Con Alberto De Rossi nella Primavera le cose non andavano bene. 
“Primo anno sette presenze, poi sei mesi senza un solo minuto. Niente di personale, ogni allenatore ha le sue idee”.

Significa che la sua avventura giallorossa è finita? Si parla già di un accordo per restare al Palermo. 
“Non dipende da me. E comunque un ragazzo della mia età pensa sempre alle grandi squadre e a diventare famoso. In questo caso mi sento al sicuro. Con la Roma o con il Palermo mi sentirei in Paradiso”.

Rapporti con tutti? 
“Se sei romanista e ti trovi a Trigoria è il massimo. Anche solo a guardare. Invece, mi sono allenato più volte in prima squadra. Molti erano simpatici: Juan Jesus e Kolarov mi hanno dato molti consigli. Ho fatto le foto con tutti, anche con Salah e Totti”.

E la sua maglia? 
“A casa ne ho una. Appena divento famoso gliela faccio firmare. Il numero 10 è quello che sceglierei sempre e quello col quale ho vinto lo scudetto con la Under 17 di Baldini”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa