Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Le italiane allineate: meglio bloccare le coppe europee

C’è un calcio che almeno davanti all’emergenza del coronavirus, riesce a fare fronte comune

Inter né Roma apprezzano l’idea della Uefa che lo spettacolo debba continuare ad ogni costo. Giallorossi e nerazzurri, da un paio di giorni in stretto contatto, non concordano con la decisione di salvare a tutti i costi il calendario, giocando in campo neutro, anche se sarebbero pronte ad adattarsi all’obbligo.

Per la Roma è stato lo stesso Paulo Fonseca, che due giorni fa ha preso una posizione molto esplicita: “C’è qualcosa che è più importante del calcio ed è la salute delle persone. Decisioni così importanti non dovrebbero essere prese solo dalle rispettive leghe, ma in collaborazione con la Uefa. Non possiamo fermare la Serie A e poi far giocare Valencia-Atalanta“. Monchi, d.s. del Siviglia, è perplesso:

Non sono sicuro che si possa trovare una soluzione rapidamente. Quella della gara a campo unico è una delle varie ipotesi che sta considerando la Uefa, però per esempio non penso che sarà facile trovare un Paese disposto ad accoglierci. La situazione cambia continuamente, ciò che è valido oggi magari domani non lo sarà più. Il problema è serio e il quadro medico altamente variabile“. Lo scrivono Cecchini, Ricci e Stoppini de La Gazzetta Dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa