Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Uva: “Lavoriamo per salvare tutto”

Le parole del vicepresidente della Uefa

Michele Uva ha raccontato come si sta cercando di risolvere l’emergenza coronavirus. Ecco le dichiarazioni del materano a Tuttosport:

Come sta reagendo il Paese inteso come azioni del Governo e risposta degli italiani?
“Dopo le fasi di confusioni l’Italia si sta dimostrando compatta. Nei momenti di difficoltà noi italiani ci cimentiamo”.

Quando si tornerà a tirare calci al pallone?
“Non è possibile dare una risposta e chiunque lo faccia, lo fa in maniera emotiva o per trarne un vantaggio”.

L’Uefa quando ha compreso a pieno che era scattato l’allarme rosso?
“Non ci siamo modi in ritardo, il 17 marzo abbiamo cercato l’unanimità e l’abbiamo trovata grazie al lavoro che precedentemente avevamo fatto”.

Avete spostato l’Europeo al 2021, che manifestazione si aspetta?
“In cui il piacere dei tifosi di sentirsi tutti europei sia ancora più forte. Quest’anno abbiamo fatto un sacrificio a beneficio del sistema calcio europeo”.

Per la conclusione della Champions League e dell’Europa League cosa sta pensando l’Uefa?
“Abbiamo dato priorità al completamento dei campionati nazionali. Sul tavolo abbiamo diverse opzioni per lavorare armonicamente anche con lo sforamento delle date”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa