Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Trigoria “chiusa”. La protesta di Fonseca

“Non riesco a capire perché si possa correre in un parco pieno di persone e invece non ci si possa allenare a Trigoria”

Dopo che un paio di giorni fa era stato il medico sociale, Causarano, a dirsi stupito della mancata possibilità di allenarsi a Trigoria per i giocatori della Roma, ieri è stato Paulo Fonseca a rincarare la dose.

Il tecnico è intervenuto a Tele Radio Stereo e ha detto la sua: “Non riesco a capire perché si possa correre in un parco pieno di persone e invece non ci si possa allenare a Trigoria, dove ci sono tutte le possibilità di lavorare in sicurezza. Abbiamo tre campi e sono più sicuri rispetto al parco. A Trigoria c’erano tutte le condizioni“. L’allenatore ha parlato poi dell’ambiente: “Se non vogliamo critiche, pressioni, allora non possiamo ambire ad essere grandiCerto, poi ci sono gli investimenti, che non possono essere quelli di club più blasonati, ma si sta lavorando per creare delle condizioni per lottare sul campo con le società che spendono tanti soldi“. La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa