Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Prestiti e saldi. Una partita da 60 milioni

Il club deve sanare il bilancio. Da Schick possono arrivare 30 milioni. Ma gli altri rientri sono spinosi. E ci sono poi altri quattro in uscita

Bruno Peres è tornato a gennaio, gli altri nove sono ancorai in giro per il mondo. C’è una Roma che ha ripreso a lavorare a Trigoria, con tutte le cautele del caso. E una Roma in prestito che avrebbe dovuto sfruttare questa stagione per valorizzare i propri cartellini. In ballo, tra risparmi e probabili plusvalenze, ci sarebbero una sessantina di milioni, ossigeno fresco per alleggerire il bilancio piuttosto appesantito del club giallorosso. Un gruppo di giocatori costati molto cari alle casse romaniste e che rischiano di rientrare alla base, in attesa che l’Uefa decida parametri legati al calciomercato. Il caso più clamoroso è legato a Patrik Schick,l’acquisto più oneroso della storia romanista (42 milioni), ora in prestito al Lipsia.Pronto a tornare a giocare – la Bundesliga ha avuto l’ok per riprendere a metà maggio – l’attaccante, dopo due stagioni nella Capitale in cui non è riuscito a spiccare il volo, si è ben inserito nella nuova realtà. E verrà molto probabilmente riscattato dal club tedesco per una cifra intorno ai 30 milioni di euro. Si legge su La Repubblica.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa