Resta in contatto

Prima Squadra

Pastore: “La Roma ha bisogno di soldi e dovrà vendere. Vorrei rimanere”

Il calciatore argentino intervistato da Telefenoticias su Instagram

Il centrocampista giallorosso, Javier Pastore, è stato intervistato dal cronista argentino Fer Carlos sul profilo Instagram di Telefenoticias, dove “El Flaco” ha parlato di passato e futuro.

Futuro – Ovviamente la questione che più sta a cuore non soltanto all’ex Palermo, ma anche ai tifosi della Roma, è quella legata al futuro: “Io voglio rimanere. Adesso io penso a terminare questo campionato e poter raggiungere gli obiettivi del club. Questa è la cosa più importante perché il club con questa situazione ha sofferto molto, ma come molti altri club. Questa società è un’impresa e ha bisogno di soldi perché sta in perdita. Il club non sta passando un buon periodo, ha perdite molto importanti. Quindi tutti noi non sappiamo cosa succederà. Quando terminerà la stagione il club dovrà tornare in positivo e per far ciò dovrà vendere giocatori o comprare giocatori più giovani che guadagnano di meno. Stiamo aspettando. Io ho due anni di contratto, mi piacerebbe veramente terminarlo. Mi sento molto bene, mi piace tantissimo la città, il paese mi incanta. Io e la mia famiglia siamo molto felici. Io anche nel club sto bene, per fortuna il tecnico crede molto in me, ho sempre giocato lui. Io vorrei rimanere, escono molte notizie e non so il perché. Sono sempre vicino al trasferimento in Cina, in Giappone, in Argentina o in Inghilterra, ogni giorno ho un nuovo club. Però la verità è che io non ho parlato con nessuno, nemmeno con il mio club che non mi ha dato nessuna informazione su una qualche offerta per partire. A me piacerebbe molto un giorno tornare in Argentina – prosegue il Flaco – è il mio desiderio. Sarebbe bello, all’Huracan mi amano, lo so, ma mi vogliono bene anche al Talleres. Vorrei chiudere la mia carriera in patria, ma adesso il mio intento è solo di star bene fisicamente, evitare nuovi infortuni che possono incidere sul mio rendimento”.

Bustos – Il 27 giallorosso, poi, ha speso parole al miele per un obiettivo di mercato di Petrachi, ovvero Bustos del Talleres: “Ho visto molte partite del campionato argentino, è un giocatore molto forte, giovane, ha un grande futuro davanti. Credo si meriti un’opportunità in Europa e non penso che il Talleres si opponga. Si è fatto il suo nome anche per la Roma, ci sono tanti club che lo seguono con attenzione, però se dovesse venir qui, faremo in modo di accoglierlo bene…”.

Dimenticanza – Infine una piccola dimenticanza che potrebbe piacere poco ai tifosi della Roma: “Quali delle tante maglie che ho a casa non darei mai via? E’ una scelta molto complicata. Se ne devo scegliere tre, sicuramente mi terrei quella che mi regalò Riquelme al termine di un Huracan-Boca. Poi ne ho veramente tante, di grandissimi campioni. Probabilmente quelle di Del Piero, che era un giocatore incredibile, e di Ibra ai tempi del Milan”. Totti e De Rossi non menzionati. Una scelta rivedibile per uno che gioca nella Roma.

(traduzione a cura di Flavio M. Tassotti)

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Fallimento avete rotto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

VAI LI E PIENO DI PECORE CE DA GIOCARE ASSAI

Advertisement

Giuseppe Giannini

Ultimo commento: "Capitano mio capitano quanto ne sarei felice se allenassi un giorno la nostra amata Roma. Grazie Peppe"

Agostino Di Bartolomei

Ultimo commento: "Che dire? Come giocatore, un grande Campione, come uomo purtroppo no lo conoscevamo bene fino in fondo e poi chi di noi non sbaglia nella propria..."

Francesco Totti: uomo, capitano e leggenda

Ultimo commento: "Colui che ha rappresentato tutto ... l'amore della mia vita per il calcio e per questa squadra..."

Daniele De Rossi

Ultimo commento: "Il solo capitano degno di Agostino"

Nils Liedholm

Ultimo commento: "Grande Barone! Iniziai allora a tifare la Roma, per la sua zona totale e quel genio di Falcao!"
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

Altro da Prima Squadra