Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Le Iene replicano a Lotito: “Chiarisca il ‘dolosamente diffuso’, visto che non abbiamo divulgato nulla”

Prima maglia

Lotito-Iene è scontro

La società biancoceleste ha di recente pubblicato un comunicato, al quale la redazione de Le Iene ha prontamente risposto. Questa la nota apparsa sull’account ufficiale di Facebook della trasmissione di Italia Uno:

LE IENE IN RISPOSTA A LOTITO
In un comunicato che il Presidente della Lazio Lotito ha diffuso questo pomeriggio per…

Pubblicato da Le Iene su Lunedì 1 giugno 2020

“In un comunicato che il Presidente della Lazio Lotito ha diffuso questo pomeriggio per spiegare le ragioni della sua mancata risposta ad un servizio di Filippo Roma (servizio che andrà in onda domani in prima serata su Italia 1 e che racconta il presunto parziale pagamento in nero dell’asso argentino Zarate) si legge che il Presidente avrebbe visionato con i suoi legali il nostro servizio ‘che peraltro è stato già dolosamente diffuso sul web’ e che non intende conferire con l’inviato del nostro programma per non dare ulteriore risonanza alla nostra inchiesta grazie alla sua partecipazione. Le Iene ovviamente se ne dolgono, sarebbe stata una buona occasione per chiarire tutti i punti, ma riteniamo vada chiarito quel virgolettato ‘dolosamente diffuso’. Non avendo noi diffuso nulla, da chi è arrivato a Lotito e ai suoi legali il nostro filmato fraudolentemente diffuso e dolosamente scaricato in spregio ed in danno ai nostri diritti?”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News