Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Milik alla Roma e Under al Napoli. Agli azzurri anche 15 milioni

De Laurentiis e Fienga continuano a lavorare su un affare che può decollare a breve. Fonseca si cautela in caso di partenza di Dzeko. Gattuso colma il vuoto che ha lasciato Callejon

Si scrive Under e si pensa a Milik. Napoli e Roma ci stanno provando, ne hanno parlato ripetutamente De Laurentiis e Fienga ed hanno buttato giù una bozza che prevede lo scatto decisivo del turco verso il San Paolo, con un assegno da 15 milioni di euro, per spingere il polacco all’Olimpico. In questa trattativa resta l’ombra della Juventus, il suo fascino accattivante che ha fatto presa su Milik. Con questa accelerazione la Roma si cautela in caso di partenza di Dzeko.

Il Napoli deve colmare l’addio di Callejon e Gattuso reputa Under il giocatore perfetto. Oggi il viaggio di Fienga da Ryan Friedkin che ha già cominciato ad imparare l’italiano. In questi giorni per l’ad romanista anche incontro con Paratici e la Juve: i due club hanno bisogno di mettere a posto i conti e studiano alcune plusvalenze. La Juve può prendere in considerazione di acquistare Florenzi, Cristante e Riccardi, mentre alla Roma possono interessare Perin, Rugani e Romero. In difesa, comunque, il piatto principale resta Smalling.

Dietro si continua a valutare anche l’opzione di cambiare portiere con Pau Lopez che ha ancora mercato in Liga. Intanto Sirigu si è già promesso alla Roma e spinge per lasciare Torino. Una delle priorità del mercato giallorosso è il terzino destro. Piace il profilo di Kedziora della Dinamo Kieva. Ha altre proposte ma verrebbe di corsa nella Capitale. Si legge sul Corriere dello Sport.

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa