Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Esclusive

L’ex giallorosso Colautti nello staff della Lazio

L’ex medico sociale della Roma passa ai biancocelsti

Lo staff medico della Lazio si rinnova con un nuovo ingresso. Si tratta di Francesco Colautti, specialista in medicina dello sport, ma soprattutto ex medico sociale della Roma. Colautti, figlio dell’ex calciatore ed allenatore Mario, ha lavorato a Trigoria per ben quattro stagioni, dal 2011 al 2015, con gli allenatori Luis Enrique, Zeman, Andreazzoli e Rudi Garcia, prima che le strade con il club guidato dall’americano James Pallotta si separassero cinque anni fa. Il medico ricoprirà nel club biancoceleste il ruolo di responsabile sanitario.

Il presidente Claudio Lotito ha deciso di far salire di grado Ivo Pulcini e di promuoverlo a direttore sanitario della Lazio: la scelta per ricoprire il ruolo di responsabile rimasto vacante è poi ricaduta su Colautti, tra l’altro grande tifoso di fede giallorossa. In quel di Formello dirigerà e coordinerà lo staff medico della squadra di Simone Inzaghi. L’annuncio dell’ingresso dell’ex medico della Roma dovrebbe arrivare entro la prossima settimana, la prima di settembre, a una decina di giorni dall’inizio del nuovo campionato di Serie A: la Lazio comunque scenderà in campo dalla seconda giornata, il 26 settembre. Il primo turno, che l’avrebbe vista contrapposta all’Atalanta, è stato rinviato al 30 settembre poiché i nerazzurri hanno concluso la stagione 2019-20 solamente lo scorso 12 agosto, 17 giorni fa.

 

 

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Esclusive