Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Di Francesco: “Buona prova contro un avversario di qualità come la Roma”

Le parole del tecnico dei sardi

Eusebio Di Francesco, allenatore del Cagliari, ha parlato in conferenza stampa dopo il pareggio contro la Roma:

Una buona prova contro un avversario di qualità. Abbiamo mostrato un’ottima intensità, specialmente nel primo tempo. Nella ripresa siamo calati, ma è anche normale, era il nostro secondo test dopo quello contro l’Olbia. Nella parte iniziale del secondo tempo abbiamo fatto un po’ di fatica, poi ci siamo ripresi, le tante sostituzioni hanno spezzato il ritmo. Potevamo segnare e anche prendere qualche gol in più, dobbiamo ancora migliorare nella fase di uscita in palleggio, ma è normale: siamo ad inizio stagione, viene fuori qualche piccolo errore che va limato una volta raggiunta una superiore condizione fisica“.

Segnali positivi da questa sfida?
“Sono tanti, a cominciare dall’attenzione con la quale i ragazzi stanno seguendo me e il mio staff. Devo far loro i complimenti per l’impegno, siamo agli inizi, dopo pochi allenamenti, con qualche assente e con tanti ragazzi giovani. Adesso dobbiamo mantenere quest’applicazione e questa partecipazione per migliorare; ci vorrà un po’ di tempo per assimilare alcuni concetti, ma sono sicuro che continuando su questa strada potremo toglierci diverse soddisfazioni”.

La linea difensiva?
“Sono soddisfatto, abbiamo lavorato molto in questo senso, con coraggio. Secondo me possiamo fare ancora meglio. Eravamo comunque ben messi in campo e non era facile contro una squadra del valore della Roma, che possiede giocatori di altissimo livello e centrocampisti bravi a ricevere palla tra le linee. Questa partita è stata importante anche per valutare il nostro grado di tenuta difensiva”.

Gli attaccanti?
“Mi pare che abbiamo costruito diverse occasioni, gli attaccanti si sono divertiti. Naturalmente la squadra sta cercando di recepire certi meccanismi e la Roma non è l’ultima arrivata; però credo che abbiamo fatto bene anche in fase offensiva”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News