Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, Under e Dzeko: l’attacco fa le valigie

Sul turco Herta e Leicester, ma con il Verona dovrebbe partire dall’inizio

Cengiz Under contro il Verona partirà titolare, dopo i gol contro Frosinone e Cagliari , ma il suo futuro sarà con molta probabilità lontano da Roma. Il club ha bisogno di liquidità. Lo dimostra l’empasse nel quale è ripiombata la trattativa per Smalling con lo United che domenica ha rimandato al mittente l’offerta di 9,5 milioni più 2 di bonus del club giallorosso. Il turco ha due proposte che a Trigoria attendono soltanto si tramutino in ufficiali: Hertha Berlino e Leicester, la Roma potrebbe anche prendere in considerazione un’operazione stile Schick-Lipsia.

Capitolo Dzeko: nei prossimi due giorni si capirà molto di più della telenovela dell’estate: Suarez per ottenere il passaporto e farsi tesserare dalla Juventus dovrà superare l’esame di lingua italiana. Dovesse fallire ci sarebbe il via libera per Edin, con Fienga che a quel punto chiuderebbe con il Napoli per Milik. La richiesta è scesa a 25 milioni. La Roma sarebbe pronta a girare i 15 milioni della Juve per Dzeko più metà del risparmio al lordo (quasi 6 milioni) della differenza tra i due ingaggi. Il resto verrebbe coperto dai bonus. Fonseca inoltre starebbe riflettendo sul terzino destro, Karsdorp che ha sorpreso non poco il portoghese, è richiesto dal Genoa. Come alternativa, monitorato da tempo Faraoni. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa