Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Bruno Peres ora si affida a Totti per restare in Italia

L’importante per Peres è giocare

Il terzino sta tentando in tutti i modi di ritagliarsi il suo spazio per convincere la Roma a puntare su di lui anche nel futuro. Il suo contratto scade il 30 giugno e ad oggi è improbabile un suo rinnovo. In questa stagione ha giocato 16 volte (10 in Serie A e 6 in Europa League) di cui 9 da titolare. Il suo rendimento è andato in crescendo partita dopo partita: ben tre assist vincenti tra le due competizioni e una rete contro lo Young BoysQuesto Peres è un lontano parente di quello visto a Roma negli anni precedenti.

Un anno fa il suo ritorno e il cambiamento: “Sono cambiato soprattutto nella testa, se hai la giusta mentalità le cose diventano più facili“, aveva detto. Se le strade di Peres e la Roma si dovessero separare il suo obiettivo sarà quello di rimanere in ItaliaAnche per questo ha affidato la procura a Francesco Totti. Gli estimatori non macano. Non saranno al livello della Roma, ma l’importante per Bruno è rimanere nel calcio italiano. Il Corriere dello Sport.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa