Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Roma, Ibanez shock: insulti alla famiglia sui social, lui disattiva i commenti

Dopo la brutta prestazione del derby, il difensore giallorosso è stato costretto a limitare i commenti dopo i tanti insulti ricevuti

Un episodio orribile, quello capitato al difensore giallorosso Roger Ibanez. Il brasiliano, protagonista in negativo nella gara di venerdì scorso contro la Lazio, ha infatti dovuto correre ai ripari sui social, dopo i tantissimi commenti terribili di “tifosi” che hanno preso di mira lui e la sua famiglia. Ma andiamo con ordine: qualche giorno prima del match contro la Lazio, Ibanez per festeggiare i 100mila follower aveva deciso di mettere in palio una maglia. Quella che avrebbe indossato nel derby. Ovviamente dopo la stracittadina sono arrivati tanti commenti di sfottò da parte dei laziali: “Roger mi regali la maglia?”, “Adesso ti conviene cancellare il post dopo gli errori”, “Ibanez cuore biancoceleste”.

Tanti altri invece di insulti. Tante offese, anche alla famiglia e alla sua figlia nata un mese fa, ma anche tantissimi messaggi di sostegno da parte dei tifosi che hanno condannato questi messaggi social. Ibanez è stato costretto da ieri a limitare i commenti sotto le sue foto, per evitare nuovi insulti e lasciar passare questo momento di crisi. L’affetto però della maggioranza dei romanisti si è fatto sentire, Ibanez è pronto a lasciar correre e a voltare immediatamente pagina. Lo riporta Il Corriere dello Sport. 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa