Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Cristante: “Non è sicuramente un buon momento”

Al termine della partita persa contro lo Spezia, il centrocampista della Roma, Bryan Cristante, ha rilasciato alcune dichiarazioni.

Cristante a Roma TV

Altra prestazione negativa dal punto di vista mentale…
“Siamo partiti male, abbiamo preso due gol subito. Abbiamo fatto diversi errori in difesa, poi davanti abbiamo avuto diverse occasioni, ma non siamo riusciti a chiuderla. Poi possono capirate queste situazioni e la partita finisce male”.

C’è ancora una mancanza di sicurezza?
“No, non credo. Penso che siamo stati soltanto poco cattivi sia davanti che dietro”.

Che momento è per la Roma?
“Non è sicuramente un buon momento, veniamo da due sconfitte consecutive. Sabato li rincontriamo, vogliamo vincere e ripartire”.

Siamo rimasto sorpreso di giocare da centrale?
“Questa è una scelta che ha fatto il mister”.

L’aveva preparata questa situazione in settimana?
“Sì, sì, già qualche giorno prima della gara lo sapevo”.

Come ti spieghi il fallo di Mancini a centrocampo? Perché quegli errori clamorosi?
“Capita, è un contrasto a centrocampo, l’arbitro poteva anche non ammonire. Non credo sia un errore così grande”.

Cristante a Rai Sport

Momento difficile?
“Abbiamo fatto due brutte partite, abbiamo fatto errori dietro all’inizio, non siamo riusciti a chiudere la partita e poi le due espulsioni ci hanno troncato le gambe”.

Problemi di concentrazione?
“Sono errori, dobbiamo cercare di non farli. Sabato dobbiamo vincere”:

La tua posizione?
“Ogni allenatore fa le sue scelte, io gioco dove mi viene chiesto”.

Qual è il tuo ruolo?
“A centrocampo, ma quest’anno sto facendo il centrale, mi viene chiesto e lo faccio”.

Il sistema di gioco non è adatto?
“Due partite non pregiudicano nulla, non è tutto da buttare. Stiamo facendo una buona stagione, ora analizziamo gli errori di queste due partite e ripartiamo”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News