Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Separato in casa: dopo lo strappo con il tecnico Dzeko torna sul mercato

Difficile però trovare una sistemazione al bosniaco a 8 giorni dalla chiusura della sessione di gennaio

Dzeko come Gomez. L’analogia corre sul web e ha un suo fondamento. Perché la rottura tra Edin e Fonseca è molto simile a quella occorsa tra Gasperini e il Papu. Nel caso di Gomez, l’Atalanta ha messo il giocatore sul mercato, a Trigoria invece nessuno ha preso ancora una posizione. Se non accadranno cataclismi nelle prossime due partite con Spezia e Verona, Fonseca dovrebbe concludere la stagione.

A questo punto, gli scenari che si aprono sono soltanto due: tregua o cessione di Dzeko. Al netto delle smentite, questa era l’idea originaria della Roma già in estate, che aveva trovato il calciatore concorde. Poi il tira e molla su Milik ha cambiato scenari già definiti a tal punto che Edin, convinto il giorno dopo di trasferirsi alla Juventus, non giocò nel debutto in campionato a Verona. Il problema è che ad 8 giorni dal termine del mercato i tempi sono ristretti, sia per cederlo che per trovare un eventuale sostituto. Difficile poi trovare una soluzione che possa accontentare il bosniaco. L’estero sembra da escludere e in Italia le uniche due possibilità (Juventus e Inter), ieri off record rimandavano al mittente la tentazione a meno che l’attaccante non arrivasse in prestito: ipotesi difficile da praticare. Lo scrive Il Messaggero.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa