Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Le statistiche di Roma-Spezia: Pellegrini fa 100 con la Roma. Primo gol in 28 presenze per Karsdorp

I numeri e le statistiche di Roma-Spezia a cura di FootData

Con la vittoria contro lo Spezia, la Roma ha guadagnato 37 punti in questo girone d’andata, due in più rispetto alle prime 19 gare dello scorso campionato (35).

Lorenzo Pellegrini ha segnato 4 gol e fornito 4 assistin una singola stagione per la prima volta con la maglia della Roma in Serie A.

Borja Mayoral ha segnato cinque gol in quattro presenze da titolare in Serie A; quattro di questi sono stati realizzati contro squadre neopromosse (due doppiette contro Spezia e Crotone). Quattro delle cinque reti dello spagnolo in questo campionato sono state messe a segno nei primi 30 minuti di gioco.

Rick Karsdorp (1 gol e 4 assist) è uno dei cinque difensori ad aver preso parte ad almeno cinque reti in questa Serie A, insieme a Hakimi, Gosens, Theo Hernández e Biraghi. Primo gol in Serie A per l’olandese alla 28ª presenza. Solo il Torino (cinque) ha mandato in gol più difensori diversi della Roma (quattro) in questo campionato.

La Roma ha schierato una formazione titolare con un’età media di 25 anni e 42 giorni, la più giovane per i giallorossi in Serie A a partire da maggio 2014 (25 anni e 37 giorni v Genoa).

Roberto Piccoli (classe 2001) è il giocatore più giovane ad aver segnato almeno due gol in questa Serie A: all’Olimpico contro la Roma e al Meazza contro l’Inter.

100ª presenza da titolare per Lorenzo Pellegrini con la maglia della Roma in tutte le competizioni. Presenza numero 100, invece, per Leonardo Spinazzola in Serie A.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News