Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

AAA, vendesi Dzeko: Pinto ci prova

Il portoghese prova a piazzare il bosniaco

La Roma vuole vendere Dzeko ma al tempo stesso lo vuole recuperare. In altri tempi non sarebbe stato difficile piazzare il bosniaco ma con queste difficoltà finanziare è molto più complesso. Oggi però Edin rischia di restare un menestrello senza corte, per citare una vecchia espressione di Walter Sabatini. Ed è per questo motivo che Tiago Pinto deve pensare anche ad un piano B: se Dzeko resta dovrà convivere con Fonseca fino a giugno. I Friedkin su questa situazione hanno lasciato via libera al tecnico, ma adesso sperano che il problema si risolva velocemente. E’ impensabile che la Roma faccia come l’Atalanta con Gomez visto che il bosniaco guadagna 7,5 milioni di euro netti all’anno.

Dall’incontro tra le parti di venerdì è emerso che Dzeko vuole giocare in un club di prima fascia come Real Madrid o Barcellona. Entrambe le piste sono molto complicate, quindi resta ancora la Juventus dopo i contatti di quest’estate. Anche se i bianconeri in attacco sono al completo, quindi si potrebbe ragionare ad uno scambio. Ma i giocatori proposti, come Bernardeschi e Khedira, non interessano. In sostanza anche questa pista è complessa. L’Inter per il momento resta defilata. I contatti proseguono, tutto può succedere. Lo scrive il Corriere dello Sport.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa