Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rassegna Stampa

Due punti più di un anno fa. La difesa è il problema

32 gol subiti (29 sul campo): lo scorso anno erano stati solo 21

Sabato al 90′ c’era un burrone spalancato davanti alla Roma, al 92′ Pellegrini ha salvato tutto e la domenica è quasi diventata un trionfo. Il peso specifico del gol di “Lollo Pelle” si capirà solo a fine campionato. Ma già adesso è importantissimo. Nella giornata che poteva aggravare la crisi di Fonseca la Roma ha guadagnato tre punti su Milan e Napoli, due sull’Inter. Il girone di andata si chiude con il terzo posto e 37 punti (due in più della scorsa stagione). I gol segnati sono 41 (erano 34) e quelli subiti 32 (erano 21).

È questo il dato dolente dell’andamento giallorosso: la difesa a 3 anziché proteggere meglio la porta ha ottenuto il risultato opposto. Da ricordare anche che la Roma è ancora in attesa dell’appello al Collegio arbitrale del Coni sullo 0-3 a tavolino della partita contro il Verona che sul campo era finita 0-0. Lo scrive il Corriere della Sera.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da Rassegna Stampa