Resta in contatto

News

Tovalieri: “Il match all’Olimpico è tutto da giocare. Europa League obiettivo importante”

L’ex giallorosso parla del match di Europa League di ieri

Sandro Tovalieri, ex calciatore nato nel vivaio della Roma, in un’intervista a Tutto mercato web parla della vittoria giallorossa contro l’ Ajax.

Le sue parole:

Sulle fasi iniziali del match.
“Anche nella prima mezzora la squadra non era andata male poi ha commesso qualche errore e ha rischiato pure di prendere il secondo gol. Per fortuna il rigore fallito dagli olandesi ha dato slancio ai giallorossi”.

Ora la squadra di Fonseca parte da un bel vantaggio?
“Sì e la partita tutto sommato è stata buona anche se sofferta. Ma sapevano che l’Ajax ha qualità. Ibanez col gol ha trovato il jolly e in prospettiva è pesante ma se la partita dell’Olimpico sarà tutta da giocare”.

È stata anche la partita di Pau Lopez…
“È stato spesso criticato ma ieri oltre al rigore ha fato due parate eccezionali. Ed è stato un vero protagonista. Sono contento per lui perchè scendere in campo sempre in mezzo alle critiche non è facile. Speriamo possa essere la chiave per un bel finale di stagione”.

Quali sono le percentuali di passaggio del turno?
“Il gol Ibanez ha dato una bella spinta in più ma la squadra dovrà cercare di vincere all’Olimpico, non può difendersi. Oggi comunque dico 65-35”.

Fonseca ieri a fine gara si è sfogato…
“Sì, la squadra se era contro l’allenatore non faceva una gara del genere. Si è sentito attaccato e si è tolto qualche sassolino dalle scarpe. Quando le cose vanno male ci sono tate polemiche ma da lì a dire certe cose si è forse esagerato e lui si è sfogato. Spero tutto torni alla normalità anche perchè il bene di tutti deve essere la Roma e l’Europa League è un obiettino importante. Arrivare fino in fondo sarebbe il modo migliore per iniziare con la nuova proprietà”

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI GIALLOROSSI

L'indimenticabile Ago. Romano e romanista, capitano e campione

Agostino Di Bartolomei

Il "Pluto" dei romanisti. Campione d'Italia nel 2001

Aldair

“Di Bruno solo uno e viene da Nettuno”

Bruno Conti

E' stato il ragazzo della Curva Sud in campo con la sua seconda pelle

Daniele De Rossi

Il bambino che diventò uomo, poi Capitano ed infine leggenda

Francesco Totti

IL GIOVANE CHE DIVENNE "PRINCIPE", NON AZZURRO MA GIALLOROSSO. PER SEMPRE

Giuseppe Giannini

Il "Divino" giallorosso, campione d'Italia nel 1983

Paulo Roberto Falcao

IL TEDESCO CHE VOLAVA SOTTO LA CURVA SUD

Rudi Voeller

SI PUÒ DIVENTARE UN’ICONA GIALLOROSSA SENZA ESSER NATI A ROMA. PICCHIA DURO, SEBINO!

Sebino Nela

Advertisement

Altro da News